Un Principe della Chiesa ci raccomanda la democrazia

Leggo sulla Repubblica di oggi un’intervista al cardinale Angelo Scola (chiamato dall’intervistatore «Eminenza»), che, fra l’altro, afferma:

«E’ assolutamente necessaria una democrazia sostanziale, dalle libertà realizzate, non solo conclamate. Questa crisi morde la carne di tante persone: giovani fermi sul posto, gente che perde il lavoro in età intermedia, pensioni troppo ridotte per le fasce deboli»

http://www.repubblica.it/politica/2012/11/15/news/intervista_scola-46681345/

Leggo su Wikipedia:

«Dal 1630 l’appellativo per i cardinali è Eminenza. In base all’art. 21 comma 1 del Trattato Lateranense, i cardinali “godono in Italia degli onori dovuti ai Principi del sangue”; di conseguenza, nelle cerimonie pubbliche, hanno la precedenza su tutte le cariche italiane e straniere ad eccezione del Presidente della Repubblica Italiana…

…stemma: indica la dignità cardinalizia come principe della Chiesa ed esclude ogni altro titolo nobiliare;

titolo: avendo dignità principesca hanno in titolo di “Eminentissimo Principe” o di “Eminenza”»

http://it.wikipedia.org/wiki/Cardinale

E ancora:

«Lo Stato della Città del Vaticano (denominazione in latino: Status Civitatis Vaticanæ;[11] ellissi diffuse nel linguaggio comune: Città del Vaticano e Vaticano)[12] è uno Stato indipendente dell’Europa. In particolare è il più piccolo Stato indipendente del mondo in termini sia di popolazione (994 abitanti)[13] sia di estensione territoriale (0,44 km²). Nello stato vige un regime di monarchia assoluta elettiva con a capo il papa della Chiesa Cattolica che dal 19 aprile 2005 è Benedetto XVI. Il Sommo Pontefice ha la pienezza dei poteri legislativo, esecutivo e giudiziario.»

http://it.wikipedia.org/wiki/Citt%C3%A0_del_Vaticano

Fino a quando gli italiani si faranno prendere per il culo in questo modo?

Copyright © 2012 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: