Se lo Stato è indispensabile, bisogna non solo rigettare l’Unione Europea, ma anche attuare un’igiene politica degli Stati europei

Nei miei due saggi di scienza politica, quelli con la copertina verde sotto il titolo del mio blog (se si vuole leggerne l’anteprima basta cliccare sulle rispettive icone), e anche in vari post, ad esempio nei seguenti:

https://luigicocola.wordpress.com/2012/11/10/lignoranza-della-scienza-politica-contagia-anche-wikipedia/

https://luigicocola.wordpress.com/2012/11/02/e-sbagliato-spiegare-i-difetti-della-societa-italiana-in-termini-di-questione-morale/

https://luigicocola.wordpress.com/2012/10/18/la-giustizia-senza-stato-ecco-lo-stupido-e-ridicolo-concetto-che-lintellighenzia-italiana-ha-della-giustizia/

https://luigicocola.wordpress.com/2012/08/10/ma-lo-stato-e-sempre-esistito-oppure-e-uninvenzione-recente/

https://luigicocola.wordpress.com/2012/07/21/gli-stati-non-sono-razzi-e-non-hanno-una-funzione-propulsiva/

ho descritto, in termini razionali, perché lo Stato è indispensabile.

Sempre da un punto di vista razionale, se lo Stato è indispensabile, ne discende che non solo bisogna rigettare le ideologie antistato, ad esempio l’europeismo, ma bisogna anche attuare un’igiene politica degli Stati. Cosa intendo dire? Intendo dire che in Europa, a differenza che nelle Americhe, ci sono due culture (due comunità linguistiche) difettive: quella tedesca e quella italiana.

Il difetto della prima, quella tedesca, è la mancanza di unità politica (Germania e Austria sono infatti due Stati separati), che ha generato in passato, e continua a generare anche oggi, una palese volontà di potenza ipercompensatoria, per il semplice motivo che in Europa, in assenza di barriere geografiche (ad esempio il mare), l’impulso di coloro che parlano la stessa lingua a unirsi politicamente è irrefrenabile e inestirpabile.

Ciò probabilmente è causato dal grande numero di lingue esistenti in Europa (a differenza che nelle Americhe): ognuna di queste lingue lotta strenuamente per la propria sopravvivenza e l’impulso a unirsi politicamente è la diretta conseguenza di questa strenua lotta per la sopravvivenza.

Bloccare il suddetto impulso significa renderlo ancora più forte e pervasivo (analogamente al ritorno del rimosso della psicoanalisi) e il risultato, com’è tristemente noto, è quello di stimolare nella cultura tedesca micidiali fantasie di potenza.

La politica di Angela Merkel, ad esempio, è un’evidente politica di potenza, appena mascherata da buone maniere e da sorrisi di circostanza.

Questo problema, di cruciale importanza per la conservazione della pace in Europa, non è stato affatto eliminato dalla puerile utopia europeista, anzi ne è stato acuito. Il punto è che l’europeismo ha un approccio religioso alla realtà, mentre quest’ultima va affrontata, com’è ovvio, per mezzo della ragione. “Giudica con la ragione” scrisse Parmenide, circa 2500 anni fa.

Il difetto della cultura italiana è la mancanza di separazione tra Stato e Chiesa, la quale produce inevitabilmente un collasso cronico dello Stato italiano, ossia una coloritura medievale della cultura italiana, che infatti è basata sulle caste e sulle corporazioni.

Vedi ad esempio il mio post:

https://luigicocola.wordpress.com/2012/09/30/il-collasso-cronico-dello-stato-italiano-cose-e-perche-esiste/

All’Italia occorre un nuovo Risorgimento, che separi lo Stato dalla Chiesa.

L’Occidente, piuttosto che coltivare morbose ideologie suicide, come ad esempio l’europeismo e il multiculturalismo, dovrebbe risolvere una volta per tutte il problema di queste due culture, quella tedesca e quella italiana, che sono sue componenti basilari e irrinunciabili.

Se l’Occidente localizzato in Europa soccomberà, l’Occidente localizzato nelle Americhe non sopravviverà a lungo.

Gli Stati Uniti d’America si illudono se credono il contrario, se credono di non far parte di qualcosa più grande di loro, ossia dell’Occidente.

Bisogna comprendere bene di che cosa stiamo parlando. Vedi qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2012/07/28/cose-loccidente-2/

e qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2012/07/18/perche-loccidente-cerca-ripetutamente-di-suicidarsi/

Copyright © 2012 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: