Archive for 15 febbraio 2013

Ho cambiato idea su chi votare

15 febbraio 2013

Fino ad ora avevo sempre scritto che avrei votato per Grillo.

Ma il recentissimo endorsement di Obama per Monti e per chi ne continui la politica di appeasement verso la Germania e l’Unione Europea, vale a dire Bersani, mi ha fatto repentinamente cambiare idea.

Innanzitutto occorre dire forte e chiaro che gli Stati Uniti d’America non hanno più la leadership dell’Occidente: e ciò è solo colpa di Obama, non di altri.

Appoggiando l’europeismo, ossia il suicidio dell’Europa, egli dimostra solo una cosa, ossia che vuole il male dell’Europa, la quale costituisce le radici dell’Occidente.

Senza l’Europa l’Occidente non è niente!

E senza l’Occidente gli Stati Uniti d’America non sono niente!

Il suo tragico endorsement può essere dovuto o a una clamorosa incomprensione della natura destabilizzante e sovversiva dell’europeismo, il quale intende eliminare lo Stato, esattamente come il comunismo, vedi qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2013/01/27/gli-usa-non-capiscono-che-cosa-stia-succedendo-in-europa/

o al fatto che è in malafede e vuole semplicemente distruggere l’Europa.

Personalmente propendo per la prima spiegazione, ma alla fine, quale che sia la causa del suo tragico endorsement, la conclusione degli europei che ragionano non può che essere questa: gli Stati Uniti d’America hanno perso la leadership dell’Occidente.

Forse ha ragione Marine Le Pen quando si dichiara favorevole all’uscita della Francia dalla NATO.

Come italiano, non posso che votare per Berlusconi, il quale, con tutti i suoi difetti, è l’unico che abbia gli attributi per contrastare la Merkel e la Germania.

Chi volete mandare a negoziare gli interessi di noi italiani con la politica di potenza della Germania: Grillo, che non sarà neanche eletto nel Parlamento italiano? Che è un comico di professione? Che è stato condannato in via definitiva per omicidio colposo e quindi non potrà mai essere Presidente del Consiglio?

Ma vogliamo scherzare?

MA VOGLIAMO SCHERZARE?

Siamo ormai in guerra e in questa situazione non possiamo che stringerci attorno all’unico che abbia indubbiamente dimostrato di avere capacità di leadership: Silvio Berlusconi.

Lo stesso Grillo non fa che urlare che siamo in guerra. Ma in guerra ci vuole un comandante!

O volete mandare Bersani a negoziare con la Merkel? Uno che in TV si torce le dita e si passa una mano sulla testa con aria sconsolata? Uno a proposito del quale il “Financial Times” ha scritto:

«Tuttavia Bersani – il cui partito ha sostenuto il governo tecnocratico di Mario Monti per 13 mesi finché il primo ministro non si è dimesso lo scorso Venerdì – ha chiarito che vuole giocare un ruolo di primo piano al livello dell’Unione Europea e ha affermato la sua intenzione di rispettare e dare continuità alle decisioni prese da Monti per affrontare la crisi della zona euro.»

«”Non litigherò con la Germania. Io voglio che l’Italia abbia una seria, franca e amichevole relazione con la Germania basata su argomentazioni razionali e realistiche” ha detto Bersani.»

Vedi qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2012/12/31/una-mia-curiosita-soddisfatta/

A mali estremi, estremi rimedi.

Copyright © 2013 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Annunci

Noi italiani non accettiamo che gli USA ci dicano chi votare

15 febbraio 2013

Leggo oggi su AGI.it:

(AGI) – Washington, 15 feb. – “L’Italia ha fatto grandi progressi con il primo ministro Mario Monti avendo intrapreso un ambizioso piano di riforme e avendo giocato un ruolo decisivo negli sforzi per risolvere la crisi europea”. Lo ha detto all’Agi la la portavoce della Casa Bianca Caitlin Hayden, sottolineando che “e’ cruciale per l’Italia andare avanti su questa strada di riforme”. Il governo italiano “sta facendo passi critici per affrontare le sue sfide economiche – ha sottolineato la Casa Bianca – compresi un grosso sforzo fiscale e riforme strutturali per sostenere la competitivita’”. Secondo la portavoce di Obama e’ importante che il prossimo governo faccia delle riforme “soprattutto sulle misure designate a ripristinare competitivita’ e crescita”.

ITALIA MANTENGA RUOLO CRUCIALE IN UE Il nuovo governo che uscira’ dalle elezioni italiane dovra’ puntare a mantenere un ruolo cruciale in Europa in linea con quello che ha dimostrato di saper fare l’esecutivo guidato da Mario Monti. Ha detto la portavoce della Casa Bianca Caitilin Hayden: “Sara’ molto importante per il prossimo governo mantenere questa spinta sulle riforme – ha sottolineato – e continuare ad essere una voce di peso in Europa sulle politiche per la promozione della crescita e sulla creazione dei posti di lavoro”. L’Europa oggi “si trova in una posizione decisamente migliore – ha proseguito la portavoce della Casa Bianca – grazie ai politici che hanno saputo mettere in piedi un potente pacchetto di strumenti finanziari”, con il contributo della Banca Centrale e tramite un lavoro concertato da parte di tutti i governi europei per portare avanti “riforme complicate”.

http://www.agi.it/estero/notizie/201302150754-est-rt10006-casa_bianca_dopo_il_voto_non_tradite_le_riforme_di_monti

Noi italiani non accettiamo, e non accetteremo mai, ingerenze politiche nelle elezioni italiane da parte di nessuno Stato al mondo, compresi gli Stati Uniti d’America.

La guerra fredda è finita nel secolo scorso e quindi oggi noi italiani non ci sentiamo nella condizione di dover accettare imposizioni da nessuno.

L’Italia non è una colonia né degli Stati Uniti d’America, né della Germania, alla quale ultima Monti e Bersani ci hanno già venduto.

Copyright © 2013 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.