La sconfitta degli euristi italiani

Le elezioni politiche di febbraio hanno portato alla sconfitta degli euristi italiani.

Monti, “il proconsole messo dalla Germania per imporre l’austerità fiscale su un’economia già in difficoltà”, come definito da Paul Krugman (1), è stato drasticamente ridimensionato dalle elezioni (vedi 2).

Bersani, quello che “noi siamo quelli dell’euro” (3), si è dimesso.

Il tentativo di eleggere al Quirinale Prodi, il padre italiano dell’euro, è fallito nel ridicolo.

Il PD è letteralmente crollato ed è attualmente nel caos.

Certo, la strada è ancora lunga…

———

1)https://luigicocola.wordpress.com/2013/02/26/quello-che-paul-krugman-non-capisce

2)http://www.ilsole24ore.com/speciali/2013/elezioni/risultati/

politiche/static/italia.shtml

3)https://luigicocola.wordpress.com/2013/01/20/la-ragione-e-la-paura

———

Copyright © 2013 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: