La Chiesa si è lasciata sedurre dall’illusione millenarista?

Se la mia analisi, quella che ho esposto nei miei saggi e in questo blog, è corretta, come effettivamente penso, allora siamo di fronte a un fenomeno piuttosto singolare.

Che è il seguente: l’Occidente, da circa due secoli, non fa che sfornare bislacche ideologie (nell’Ottocento il comunismo e l’anarchismo, nel Novecento l’europeismo, il multiculturalismo e il mondialismo) al solo scopo di attuare l’antico imperativo cristiano di eliminare lo Stato (romano).

Ho chiamato tale mia interpretazione teoria unificata delle ideologie antistato.

Vedi qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2014/03/20/la-teoria-unificata-delle-ideologie-antistato/

Il punto che più colpisce è che c’è stata una netta separazione tra la forma religiosa della volontà di eliminare lo Stato e la sua sostanza.

In altre parole, le suddette ideologie sono laiche, anzi quelle ottocentesche sono assai contrarie alla religione.

Quelle novecentesche lo sono meno vistosamente, ma lo sono anch’esse.

Tanto è vero che il mondialismo non accetta assolutamente le concezioni cristiane sul sesso e sulla famiglia, andando così a colpire proprio le basi fondamentali della Weltanschauung cristiana.

Come mai quindi la Chiesa di Roma non osteggia le ideologie antistato nate nel Novecento, come ha sempre osteggiato invece quelle nate nell’Ottocento?

Forse perché si è lasciata sedurre dall’illusione millenarista?

Del resto Rockefeller, Brzezinski, Soros, ecc., ecc., sono infinitamente più rispettabili e frequentabili di quanto non lo siano mai stati Marx e Proudhon.

Insomma, si tratta di gente molto, molto, per bene, mica di disgraziati come i due ideatori, rispettivamente, del comunismo e dell’anarchismo!

E se questa opera di seduzione fosse l’opera, la tentazione, del Maligno?

Copyright © 2015 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: