Archive for settembre 2016

Se questo è il sistema democratico

30 settembre 2016

È un orrendo spettacolo questo delle elezioni USA 2016, con i media americani e occidentali che sparano una balla dopo l’altra pur di sostenere il candidato globalista, Hillary Clinton, un candidato insostenibile, un candidato “unfit” come non s’era mai visto prima.

Disonesta, bugiarda, guerrafondaia, con una pregressa trombosi cerebrale diagnosticata ufficialmente: ma i globalisti non potevano trovarsi un candidato migliore?

Si deve concludere che Hillary Clinton è esattamente il candidato che li rappresenta.

Il globalismo mostra il suo vero volto ed è un volto che suscita odio e disprezzo.

Se questo è il sistema democratico, allora è preferibile la dittatura.

Il modello occidentale mostra al mondo e alla storia il suo fallimento.

Gli americani hanno distrutto la legittimità della democrazia.

Copyright © 2016 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Anche il Giornale pubblica la balla dei quattro punti percentuali

29 settembre 2016

istantanea-29092016-065229

istantanea-2-27092016-095243

istantanea-29092016-074551

Nel poll di time.com Donald Trump ha battuto Hillary Clinton di ben 10 punti percentuali, non quattro!

Su quasi due milioni di voti!

Nata negli USA, non so se su people.com o su foxnews.com o su un altro sito ancora (vedi gli screenshot del mio post precedente), questa balla arriva anche in Italia.

Ecco come le balle si propagano nel mondo.

Copyright © 2016 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Ecco come i media globalisti mentono spudoratamente

28 settembre 2016

istantanea-11-27092016-180447

istantanea-28092016-061532

istantanea-2-27092016-095243

istantanea-12-27092016-175749

Sono ben dieci punti percentuali, non quattro!

E per quanto riguarda la questione della non scientificità dei sondaggi di questo genere: allora perché mai i media globalisti li hanno fatti?

Li hanno fatti perché pensavano che i loro lettori, essendo tali, si fossero bevuti le loro stupidaggini globaliste!

E invece no, proprio i loro lettori li hanno sconfessati.

È emblematico il caso di variety.com (vedi post precedente).

Ma in un clima del genere il pericolo di brogli elettorali o di soluzioni alla John Fitzgerald Kennedy o di altro ancora non appare affatto trascurabile.

Copyright © 2016 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Siamo al preludio di un colpo di Stato in USA?

27 settembre 2016

Mi sveglio e subito mi chiedo come sia andato il primo dibattito tra Donald Trump e Hillary Clinton, dibattito che non ho visto perché in Italia era notte.

Accendo il televisore e guardo il televideo: non ci sono storie, ha vinto Hillary Clinton.

Bene, passo al computer e Google mi mostra lo stesso (sia in italiano che in inglese).

Ecco alcuni titoli italiani:

Tra Donald Trump e Hillary Clinton va in scena il primo dibattito. E vince la ex first lady

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/USA-2016-Dibattito-Tra-Donald-Trump-e-Hillary-Clinton-va-in-scena-il-primo-dibattito-vince-la-ex-first-lady-14eec19b-ed25-4a01-82a4-ba4ca939f0bf.html

Clinton-Trump, è scontro su tutto. Hillary vince lo show in tv ma ai punti

http://www.ansa.it/usa_2016/notizie/2016/09/26/usa-2016-netanyahu-a-new-york-vede-trump-e-hillary_08a3a260-03c7-49af-aeb9-3df119e53c58.html

Dibattito Trump Clinton
Il sondaggio Cnn: «Ha vinto Hillary»

http://www.corriere.it/esteri/16_settembre_27/dibattito-trump-clinton-c68cf5f2-8443-11e6-b7a9-74dcfa8f2989.shtml

Elezioni presidenziali Usa, Clinton batte Trump nel primo duello tv: Hillary gioca d’esperienza, Donald evita gli eccessi

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/09/27/elezioni-presidenziali-usa-hillary-clinton-batte-donald-trump-nel-primo-duello-tv/3059335/

Soltanto visitando il sito infowars.com riesco ad appurare la verità, che è totalmente differente:

Polls: Trump Won First Presidential Debate – HANDS DOWN!
The American people have spoken

http://www.infowars.com/poll-who-won-the-first-presidential-debate/

Riporto sotto gli screenshot (fatti da me) dei sondaggi di time.com, fortune.com e variety.com, in tutti i quali è Donald Trump ad aver vinto nettamente il dibattito.

Su variety.com, nientedimeno!

Che diranno adesso Barbara Streisand, Johnny Depp e gli altri pagliacci di Hollywood?

La falsificazione dei media è talmente grossolana e vistosa che mi chiedo:

siamo al preludio di un colpo di Stato in USA?

Copyright © 2016 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

 

istantanea-1-27092016-095635

 

istantanea-2-27092016-095243

 

istantanea-3-27092016-094239

 

istantanea-4-27092016-094218

 

istantanea-5-27092016-094400

 

istantanea-6-27092016-094409

 

istantanea-7-27092016-094423

 

istantanea-8-27092016-094612

 

istantanea-9-27092016-105311

 

istantanea-10-27092016-105942

Forse mi è venuto l’Alzheimer

25 settembre 2016

«È tornato sul tema del suo ritorno in chiusura di giornata, Grillo, quando ha salutato la folla con il suo intervento conclusivo: «Vi ricordate quando ho fatto un passo di lato? Io non ci ho mai proprio veramente creduto. Ho cercato di dividere il politico dal comico perché voi, la stampa, volevate quella cosa lì», ha aggiunto. Parlando di Renzi lo ha definito: «Questo menomato morale che abbiamo al governo». Ha intonato un blues prima di parlare, poi ha ripercorso, ma in tono più giocoso tutti i temi già affrontati durante la giornata, ricordando spesso Gianroberto Casaleggio che prima sentiva 4-5 volte al giorno, «lo facevo ridere» racconta «e ora lo sento tutti i giorni con sedute spiritiche» [il neretto è mio]. «Volevo fare un passo di lato ma la scomparsa di Gianroberto mi pone di nuovo qua. E ho di nuovo entusiasmo. Mi sto allenando per fare a nuoto da Malta a Palermo», ha concluso Beppe Grillo la prima giornata di “Italia 5 stelle” a Palermo…

…All’ipotesi di farsi da parte per lasciare il campo a un altro leader, Grillo ha risposto di no: «Io farò il capo politico, prenderò delle decisioni, perché alla fine qualcuno deve prendere delle decisioni [il neretto è mio], prima le prendeva Casaleggio e le prendevamo insieme, era diverso. Adesso sono da solo. Ci sono a tempo pieno, non farò nessun passo di lato. Voglio stare con il Movimento fino alle elezioni e vincerle. Vogliamo dimostrare che possiamo governare Torino, Roma, Palermo, Genova, Livorno anche con gli sbagli che abbiamo fatto. Questa storia ci serve e ci dà degli anticorpi».»

http://www.corriere.it/politica/16_settembre_24/grillo-palermo-ora-che-possiamo-vincere-cambiano-legge-elettorale-movimento-5-stelle-73127306-824b-11e6-8b8a-358967193929.shtml

«PALERMO – Nessun passo di lato. Anzi. Beppe Grillo si riprende la guida del M5s anche perché – dirà subito dopo – “io a quel passo di lato” annunciato un anno fa da Imola “non ci ho mai creduto”. Piuttosto, “siamo davanti alla prima fase di un grande esperimento, ci sarà una seconda fase e la inaugureremo stasera”. Il leader del Movimento 5 stelle annuncia la svolta. E riafferma il proprio ruolo al vertice: “Io farò il capo politico – è la vera novità rilanciata nel corso della giornata – e prenderò delle decisioni perché alla fine qualcuno deve prendere delle decisioni [il neretto è mio]. Prima le prendeva Gianroberto Casaleggio e le prendevamo insieme, era diverso. Adesso sono da solo. Ci sono a tempo pieno, nessun passo di lato. Vogliamo dimostrare che possiamo governare Torino, Roma, Palermo, Genova, Livorno anche con gli sbagli che abbiamo fatto. Questa storia ci serve e ci dà degli anticorpi”…

…A salire sul palco di Palermo, oltre a Grillo, anche i membri del direttorio. Roberto Fico (Vigilanza Rai) ha sottolineato: “Quando Beppe dice di tornare alle origini dice che le origini sono fondamentali: quelle sono la bussola del M5s ed è così che si diradano le nebbie. Fedeli a noi stessi”. E poi: “Credo in un movimento senza leader [il neretto è mio], trasparente, orizzontale. Un Movimento che non ha paura di dirsi le cose in faccia”. E, tra gli applausi della platea conclude: “Mai più leader [il neretto è mio], mai più deleghe”.»

http://palermo.repubblica.it/politica/2016/09/24/news/grillo

_a_palermo_bagno_di_folla_al_foro_italico_per_italia_5_stelle_-148430788/

Forse mi è venuto l’Alzheimer: non riesco a capire bene quanto riportato dal Corriere della Sera e dalla Repubblica.

È Beppe Grillo il leader del Movimento cinque stelle, come afferma Grillo stesso, oppure il Movimento cinque stelle non ha un leader, come afferma Roberto Fico?

Grillo sente sul serio Gianroberto Casaleggio “tutti i giorni con sedute spiritiche”, oppure è una battuta?

Ho le idee confuse.

Sarà l’Alzheimer.

Oppure lo Zeitgeist, vedi qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2016/08/02/viviamo-in-unepoca-di-rincretinimento/

Copyright © 2016 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Perché la destra italiana è in consonanza con l’Islam

21 settembre 2016

É noto che la destra italiana sia in consonanza con l’Islam: il caso Pietrangelo Buttafuoco ne è la dimostrazione vivente.

Non è strano, considerate le pretese identitarie della destra italiana?

Dopotutto, la sede della Chiesa di Roma non si trova in Italia?

Non è Roma la capitale d’Italia?

Non fu Benito Mussolini a stipulare i Patti Lateranensi?

Questa stranezza deve ben avere una spiegazione.

Eccola: la causa della consonanza con l’Islam è da individuarsi nella Weltanschauung della destra italiana, Weltanschauung che è il frutto avvelenato delle peggiori filosofie europee, cioè quella del tradizionalismo (p.e. Evola) da un lato e quella dell’irrazionalismo (p.e. Nietzsche, Sorel, ecc.) dall’altro.

Sono entrambe filosofie avverse alla Ragione, anzi la detestano, la considerano il peggiore dei mali.

E non è affatto infrequente imbattersi, nelle famiglie italiane della borghesia (o più precisamente: nelle famiglie in cui non si è mai votato per il PCI), in atteggiamenti di disprezzo della Ragione e della cultura, ciò che è, precisamente, un triste strascico, un’eredità sciagurata, del fascismo storico.

Ebbene, anche l’Islam è contro la Ragione, direi in modo estremo.

Una prova lampante di ciò ci è fornita dal numero dei mussulmani che hanno ricevuto il Premio Nobel in materie scientifiche: sono solo tre (uno in fisica, due in chimica).

Vedi qui:

https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_Muslim_Nobel_laureates

Non c’è altro da dire e non voglio qui dilungarmi in paragoni con altre religioni monoteistiche.

La destra italiana è quindi in consonanza con l’Islam perché entrambi odiano la Ragione.

La destra italiana, in ultima analisi, non è affatto identitaria come finge di essere (non solo per via dell’incompatibilità tra Cristianesimo e Islam, ma anche perché il metodo scientifico è stato inventato qui, in Italia, da chi parlava la nostra lingua, l’italiano!), è una sciagura assoluta per l’Italia e non riuscirà mai a salvarla dal mondialismo (proprio l’Islam viene usato dai mondialisti per eliminare lo Stato!).

Bisogna mettere da parte questa destra.

Bisogna crearne un’altra.

Copyright © 2016 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Capire il mondialismo

19 settembre 2016

Noi ci troviamo oggi nel mezzo di una rivoluzione strisciante e mascherata: la rivoluzione mondialista.

Coloro che governano oggi l’Europa e gli Stati Uniti d’America sono, né più né meno, dei rivoluzionari, come p.e. Lenin e Castro, anche se fingono di essere esattamente l’opposto.

Sono dei rivoluzionari che sono riusciti a imporre la loro rivoluzione (per il momento!).

La rivoluzione mondialista produce necessariamente tre effetti: 1. povertà 2. invasione islamica/terrorismo islamico 3. guerra.

Questi tre effetti sono sotto gli occhi di tutto il mondo.

Ho scritto su quest’argomento qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2016/08/17/tre-caratteristiche-necessarie-del-mondialismo/

Purtroppo il mondialismo non è ben capito da chi si oppone ad esso, segnatamente in Italia, dove la destra (l’unica parte politica che si può opporre al mondialismo) ha una Weltanschauung contraria alla Ragione ed è quindi ovvio che non sappia ragionare.

A tale proposito vedi qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2015/07/29/la-tara-irrimediabile-della-destra-italiana/

Sono infatti molto diffuse false spiegazioni del mondialismo: che sarebbe causato dagli ebrei (ossia dalll’Ebraismo), dalla massoneria e perfino dal satanismo e dagli alieni cattivi (ossia dai rettiliani), in un crescendo rossiniano di scemenze.

Ho spiegato molte volte, e in dettaglio, la vera origine e la vera natura del mondialismo (sono suoi sinonimi: globalismo, internazionalismo liberale, internazionalismo di David Rockefeller), vedi p.e. qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2016/07/06/lorigine-del-mondialismo/

https://luigicocola.wordpress.com/2016/06/07/svelare-la-verita/

https://luigicocola.wordpress.com/2016/05/11/discolparsi-incolpando-altri/

Ecco alcune recentissime conferme di quanto da me scritto più e più volte:

1.

Pope Francis: Hospitality to Refugees Is ‘Our Greatest Security’ Against Terrorism
Pope Francis has urged Europeans to take in more refugees, asserting that the best way to combat terrorism is by warmly welcoming migrants and helping them integrate into the “European context.”

http://www.breitbart.com/national-security/2016/09/18/pope-francis-hospitality-refugees-greatest-security-terrorism/

confronta con:

Rassegnatevi, la Chiesa di Roma è contro lo Stato

https://luigicocola.wordpress.com/2016/07/16/rassegnatevi-la-chiesa-di-roma-e-contro-lo-stato/

2.

Desperately Poor Teens In America’s Impoverished Inner Cities Are Trading Sex For Food

«When people get hungry enough, they will do just about anything for some food. According to brand new research that was just released this week from Feeding America and the Urban Institute, there are millions of teenagers in America that live in “food insecure” households, and researchers were stunned to learn what some of these teens are willing to do to feed themselves. Some resort to shoplifting, others deal drugs, and there were a surprising number of participants in the study that actually admitted to trading sex for food

http://www.zerohedge.com/news/2016-09-14/desperately-poor-teens-americas-impoverished-inner-cities-are-trading-sex-food

confronta con:

«Essendo l’ideologia mondialista un’ideologia che vuole eliminare lo Stato usando come mezzo l’ultracapitalismo, essa non può non impoverire i popoli, in quanto l’ultracapitalismo distrugge la middle class e la working class.

Alla fine avremo solo il popolo, estremamente povero, e l’upper class, ossia l’élite, estremamente ricca.»

https://luigicocola.wordpress.com/2016/08/17/tre-caratteristiche-necessarie-del-mondialismo/

3.

Police Identify Suspect In NYC Bombing As Afghani-Born Ahmad Khan Rahami

«Moments ago, the NYPD announced that it seeking 28-year-old Ahmad Khan Rahami of New Jersey in connection to the pressure-cooker bomb, assistant commissioner J. Peter Donald said. Rahami is a naturalized US citizen from Afghanistan…

…According to CNN, the investigation into both the New York and New Jersey bombings is leading authorities to signs of a possible terror cell in those two states.

In the DOJ’s statement, the suspect is said to be “considered armed and dangerous.“»

http://www.zerohedge.com/news/2016-09-19/police-identify-suspect-nyc-bombing-ahmad-khan-rahami

confronta con:

«Lo scopo del mondialismo è quello di eliminare lo Stato dalla faccia della terra e lo Stato è proprio l’istituzione politica che difende i popoli dalle invasioni («dall’aggressione di stranieri» per usare la terminologia hobbesiana, vedi Thomas Hobbes, Leviatano, Laterza, 2009, pag. 142).

Quindi il mondialismo non può non permettere l’invasione islamica e il terrorismo islamico.

Il problema è che l’indole dei mussulmani è quella di voler imporre con la forza fisica la propria cultura e la propria religione su tutte le altre culture e su tutte le altre religioni (è il ben noto proselitismo bellico dell’Islam).

Quindi, eliminando lo Stato, non c’è alcuna difesa dall’Islam.

L’Islam non è affatto una religione come le altre, come affermato anche da Giovanni Sartori…

…La tesi che l’Islam sia una religione come le altre (tesi che fa a pugni con la realtà e con la storia) è un obbligo per i mondialisti, altrimenti essi dovrebbero ammettere che l’idea di eliminare lo Stato è assurda ed esiziale, e questo ovviamente non possono farlo

https://luigicocola.wordpress.com/2016/08/17/tre-caratteristiche-necessarie-del-mondialismo/

4.

With Hillary as President ‘We are Looking at Nuclear War With Russia or China’

«“Hillary has never met a war she does not like. She is a true believer in the idea that the US can, as this vanguard of all progressive humanity, use military force to transform the world. We are looking at numerous regional wars and very possible at nuclear war with Russia or China, or both,” he finally stated.»

https://sputniknews.com/politics/20160916/1045362244/clinton-president-russia-war.html

confronta con:

«I Padri Pellegrini del Mayflower erano puritani inglesi, quindi gli Stati Uniti d’America hanno radici puritane e quindi l’internazionalismo di David Rockefeller (figlio di John Davison Rockefeller Jr., di religione battista, e di Abigail Greene Aldrich, che era addirittura una lontana discendente dei Padri Pellegrini) non può non essere condotto con la spada in pugno

…Hillary Clinton ha dimostrato nei fatti, quando era Segretario di Stato, di essere molto più guerrafondaia di Obama, come tutti sanno.

Se ella venisse eletta, se ella avesse in pugno i codici nucleari, ci si può a buon diritto aspettare un’ulteriore evoluzione dello scontro con la Russia: ci sarebbe quasi sicuramente una guerra nucleare nel cuore dell’Europa, ma è veramente folle pensare che la Russia si lasci distruggere senza distruggere a sua volta gli Stati Uniti d’America.»

https://luigicocola.wordpress.com/2016/08/17/tre-caratteristiche-necessarie-del-mondialismo/

Copyright © 2016 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Criticata da un medico repubblicano la spiegazione ufficiale del collasso di Hillary

17 settembre 2016

Come risulta dal sondaggio effettuato congiuntamente dal Times e da YouGov, gli “American voters” che non credono alla spiegazione ufficiale del collasso di Hillary Clinton a Ground Zero, cioè che la causa sia stata una polmonite, sono il 46%, mentre gli “American voters” che ci credono sono il 45%, vedi qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2016/09/14/i-globalisti-non-possono-farcela-contro-internet/

In altre parole, la maggioranza dei votanti non crede a Hillary Clinton e al suo medico curante, il Dr. Lisa Bardack!

Quindi etichettare tutto ciò come teorie della cospirazione (o del complotto) è sbagliato.

È invece il mainstream, l’opinione maggioritaria.

Ma allora qual è la causa?

Secondo il Dr. Milton Wolf, un radiologo del Kansas, il collasso di Ground Zero sarebbe stato causato dalle conseguenze della trombosi venosa cerebrale (in inglese Cerebral Venous Thrombosis, CVT, detta anche Cerebral Venous Sinus Thrombosis, CVST) che Hillary Clinton ha notoriamente avuto sul finire del 2012, patologia di cui avevo già scritto in diversi miei post, prima del collasso, p.e. qui:

«Da puntualizzare che, essendo stata diagnosticata ufficialmente e radiologicamente una CVT a Hillary Clinton, non c’è affatto bisogno di tirare in ballo altre patologie (p.e. concussione cerebrale, malattia di Parkinson, ecc. ecc) per affermare che ella è inadatta (in inglese unfit) alla Presidenza, anche se non si fossero manifestati recentemente sintomi, per elementari motivi di prudenza, come ho scritto nel post precedente.

Ma i sintomi sono sotto gli occhi di tutti!

Adesso, non nel 2012!

Ecco i video in cui Hillary Clinton va in convulsioni (in inglese seizures, uno dei sintomi della CVT)…»

https://luigicocola.wordpress.com/2016/09/08/hillary-clinton-un-brain-damaged-president/

Il punto nodale della questione è il seguente:

«Key fact in #HillarysHealth: She suffered cerebral venous sinus thrombosis (brain blood clots). Only ~half of these patients fully recover.

— Dr. Milton Wolf (@MiltonWolfMD) September 12, 2016»

http://therightscoop.com/heres-what-an-actual-doctor-says-about-that-hillary-collapse-video-and-its-not-good/

Nel mio post surriportato avevo citato uno studio che afferma proprio questo, cioè che solo il 57.1% dei pazienti non ha conseguenze:

«RESULTS: From May 1998 to May 2001, 624 adult patients with CVT were registered. At the end of follow-up (median 16 months), 356 patients (57.1%) had no symptom or signs (mRS=0), 137 (22%) had minor residual symptoms (mRS=1), and 47 (7.5%) had mild impairments (mRS=2). Eighteen (2.9%) were moderately impaired (mRS=3), 14 (2.2%) were severely handicapped (mRS=4 or 5), and 52 (8.3%) had died.»

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/14976332

Questo studio del 2004 è a conoscenza di tutti, infatti è citato da Wikipedia in inglese alla voce “Cerebral Venous Sinus Thrombosis”.

Il Dr. Milton Wolf, che è repubblicano e che è stato candidato al Senato nel 2014, per ironia della sorte è un lontano cugino di Obama:

https://en.wikipedia.org/wiki/Milton_R._Wolf

Il Dr. Wolf ha energicamente e dettagliatamente criticato quanto affermato dalla sua collega Dr. Lisa Bardack, che è il medico curante di Hillary Clinton:

Dr. Milton Wolf, Obama’s Cousin, Catches Lie in Hillary Clinton Medical Report

Dr. Milton Wolf, a board-certified diagnostic radiologist from Kansas, has examined Hillary Clinton’s medical report and found some interesting inconsistencies with standard medical practice.

«According to Dr. Wolf, this latest medical episode involving Hillary Clinton had nothing to do with pneumonia, but was likely caused by a neurological event that has yet to be officially disclosed. He also says that, “There’s no such thing as “non-contagious bacterial pneumonia. That’s pure fiction. Find a medical textbook with it.”»

http://www.trump-conservative.com/news/dr-milton-wolf-obamas-cousin-catches-lie-in-hillary-clinton-medical-report/

Vedi anche qui:

Dr. Milton Wolf: Hillary’s Doctor Claimed Hillary Got a Perfect Score on TEST THAT DOES NOT EXIST

http://www.thegatewaypundit.com/2016/09/dr-milton-wolf-hillarys-doctor-claimed-hillary-got-perfect-score-test-doesnt-exist/

Copyright © 2016 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Hillary Clinton: Pictures Don’t Lie

15 settembre 2016

hillary-clinton-health-dishonesty-video

Vedi qui:

http://www.nationalreview.com/article/440018/hillary-clinton-health-dishonesty

I globalisti non possono farcela contro internet

14 settembre 2016

Ecco un bel titolo del glorioso Times (13 settembre 2016):

Less than half of US voters believe Clinton’s claims about her health

«Less than half of American voters believe Hillary Clinton’s explanation of the illness that led to her apparently fainting on Sunday, a poll by YouGov for The Times shows — a trust deficit that highlights the vulnerability of her presidential campaign.»

http://www.thetimes.co.uk/edition/world/less-than-half-of-us-voters-believe-clinton-s-claims-about-her-health-7mrsr09jn

Vedi anche qui:

Latest Poll Should Shock Hillary — Here’s How Her Health Fiasco Is Shaping The Election

«According to the latest poll, conducted by YouGov in partnership with the Times of London, only 45 percent of American voters believe the Clinton campaign’s explanation for why she suffered a “medical episode” at Sunday’s 9/11 memorial service in New York.

Furthermore, 46 percent of voters don’t think Clinton has pneumonia at all and is suffering from a different, undisclosed illness, while nine percent said they didn’t know what to believe.»

http://dailycaller.com/2016/09/13/latest-poll-should-shock-hillary-heres-how-her-health-fiasco-is-shaping-the-election/

Ed ecco un bel sondaggio del Washington Times (13 settembre 2016):

Poll: Is Hillary Clinton healthy enough to be president?

Yes…………………….214 (5%)

No……………………..3777 (92%)

Not sure……………..122 (3%)

http://www.washingtontimes.com/polls/2016/sep/13/hillary-clinton-healthy-enough-be-president/results/

A questo proposito, ecco l’intelligente considerazione di un anestesista, il Dr. Ted Noel, esposta sul sito Zero Hedge:

«Among other things, Noel points out that if Hillary actually was suffering from such a severe case of pneumonia that it forced her to literally collapse on a sidewalk, it’s extremely unlikely that she could make a seemingly full recovery after only 90 minutes at Chelsea’s apartment and feel well enough to great onlookers and snap a selfie with a child. Per Noel, Hillary’s recovery timing is more consistent with how long it would take her to ingest a dosage of Levodopa and wait for her Parkinson’s symptoms to subside.»

http://www.zerohedge.com/news/2016-09-13/medical-doctor-explains-why-hillarys-911-medical-episode-looks-more-parkinsons-pneum

A leggere i media globalisti americani sembra invece che Hillary Clinton abbia solo un piccolo problema di salute, facilmente e rapidamente risolvibile.

Una cosa da nulla.

Certo, se non esistesse internet, nessuno avrebbe mai visto i video di Ground Zero, né quelli delle convulsioni di Hillary di quest’estate (nessuna rete televisiva li avrebbe mai trasmessi).

Internet, per la sua intrinseca natura, impone la democrazia ed è inutile opporsi.

Internet è più forte di tutto e di tutti.

Copyright © 2016 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.