Un vento di follia attraversa l’America

Come ho già scritto nel post precedente, è stata candidata alla carica di Presidente degli Stati Uniti d’America una persona, Hillary Clinton, che ha avuto una trombosi venosa cerebrale (Cerebral Venous Sinus Thrombosis, CVST):

«In the course of a routine follow-up MRI on Sunday, the scan revealed that a right transverse sinus venous thrombosis had formed.»

http://www.state.gov/r/pa/prs/ps/2012/12/202419.htm

Per chi volesse sapere cos’è la Cerebral Venous Sinus Thrombosis, CVST, vedi qui:

https://en.wikipedia.org/wiki/Cerebral_venous_sinus_thrombosis

e qui:

https://www.nlm.nih.gov/cgi/mesh/2016/MB_cgi?mode=&index=12724&view=concept

Non c’è bisogno di aver studiato medicina per capire che questa persona non avrebbe mai dovuto essere candidata alla carica di Presidente degli Stati Uniti d’America, per elementari motivi di prudenza.

Tutti sanno che il cervello è l’organo del pensiero e della Ragione.

E ovviamente non ci sono garanzie che, anche a distanza di molto tempo, non possano manifestarsi problemi neurologici in pazienti che hanno avuto una trombosi venosa cerebrale.

Questo tutti dovrebbero essere in grado di capirlo.

Il bello è che, come è noto, sono proprio gli elettori più istruiti a preferire il candidato che ha avuto una trombosi venosa cerebrale.

Un vento di follia attraversa l’America.

Copyright © 2016 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: