C’è chi ci arriva prima, chi ci arriva dopo e chi non ci arriverà mai

Leggo sul sito comedonchisciotte.org la traduzione italiana di un articolo di Ellen Brown (1) del 22 agosto 2020, intitolato From Lockdown to Police State: The “Great Reset” Rolls Out.

Nell’originale in lingua inglese:

«Angelo Codevilla, professor emeritus at Boston University, concluded in an August 13th article, “We are living through a coup d’état based on the oldest of ploys: declaring emergencies, suspending law and rights, and issuing arbitrary rules of behavior to excuse taking ‘full powers’.”…

…Or was that the goal – to create the appearance of a pandemic, one so vast that the global economy had to be brought to a standstill until a vaccine could be found? Recall Prof. Codevilla’s conclusion: “We are living through a coup d’état based on the oldest of ploys: declaring emergencies, suspending law and rights, and issuing arbitrary rules of behavior to excuse taking ‘full powers’.”…

…All this, however, presupposes both an existing public health emergency and no effective treatment to defuse it. That helps explain the otherwise inexplicable war on hydroxychloroquine [il neretto è mio], a safe drug that has been in use and available over the counter for 65 years and has been shown to be effective in multiple studies when used early in combination with zinc and an antibiotic. A table prepared by the American Association of Physicians and Surgeons (below) found that the US has nearly 30 times as many deaths per capita as countries making early and prophylactic use of hydroxychloroquine.

The latest international testing of hydroxychloroquine treatment of coronavirus shows countries that had early use of the drug had a 79% lower mortality rate than countries that banned the use of the safe malaria drug. Lowering the US mortality rate by 79% could have saved over 100,000 lives. But an effective, inexpensive COVID-19 treatment would mean the end of the alleged pandemic and the vaccine bonanza it purports to justify.

The need to maintain the appearance of a pandemic also explains the inflated reports of cases and deaths [il neretto è mio]. Hospitals have been rewarded with increased fees for reclassifying cases as COVID-19. As deaths declined in the US, the numbers of cases reported by the Centers for Disease Control were also gamed to make it appear that America was in a “second wave” of a pandemic. The reporting criterion was changed on May 18 from people who tested positive for the virus only to people who tested positive for either the virus or its antibodies. The exploding numbers thus include people who have recovered from COVID-19 as well as false positives. The Loughborough and Sheffield researchers found that when controlling for other factors affecting mortality, actual deaths due to COVID-19 are 54% to 63% lower than implied by the standard excess deaths measure.

Ushering in “The Great Reset”

Forcing compliance with global vaccine mandates [il neretto è mio] is one obvious motive for maintaining the appearance of an ongoing pandemic, but what would be the motive for destroying the global economy with forced lockdowns? What is behind the “agenda to destroy Western society” [il neretto è mio] suspected by Australian commentator Alan Jones?

Evidently it is this: destroying the old is necessary to usher in the new. Global economic destruction paves the way for the “Great Reset” now being promoted by the World Economic Forum, the Bill and Melinda Gates Foundation, the International Monetary Fund and other big global players.»

(2, 3)

Nella traduzione in lingua italiana, intitolata Dal lockdown allo stato di polizia: il “Grande Reset” avanza:

«Angelo Codevilla, professore emerito alla Boston University, ha concluso in un articolo del 13 agosto: “Stiamo vivendo un colpo di stato basato sul più antico degli stratagemmi: dichiarare l’emergenza, sospendere leggi e diritti ed emanare regole di comportamento arbitrarie per giustificare la presa dei ‘pieni poteri’.”…

…O era quello l’obiettivo: creare l’apparenza di una pandemia, talmente vasta da dover fermare l’economia globale fino a quando non fosse stato trovato un vaccino? Ricordiamo la conclusione del Prof. Codevilla: “Stiamo vivendo un colpo di stato basato sul più antico degli stratagemmi: dichiarare l’emergenza, sospendere leggi e diritti ed emanare regole di comportamento arbitrarie per giustificare la presa dei ‘pieni poteri’.”…

…Tutto ciò, tuttavia, presuppone un’emergenza sanitaria pubblica in atto e nessun trattamento efficace per disinnescarla. Questo aiuta a spiegare la guerra, altrimenti incomprensibile, contro l’idrossiclorochina [il neretto è mio], un farmaco sicuro che è in uso e in libera vendita da 65 anni e che [contro il coronavirus] si è dimostrato efficace in più studi, quando usato precocemente in combinazione con zinco ed un antibiotico. Una tabella preparata dall’American Association of Physicians and Surgeons (sotto) fa vedere come gli Stati Uniti abbiano quasi 30 volte più morti pro capite rispetto ai paesi che fanno un uso precoce e profilattico dell’idrossiclorochina.

Gli ultimi test internazionali sul trattamento del coronavirus con idrossiclorochina mostrano che i paesi che avevano fatto un uso precoce del farmaco hanno avuto un tasso di mortalità inferiore del 79% rispetto ai paesi che avevano vietato l’utilizzo di questo collaudato trattamento antimalarico. Negli Stati Uniti, abbassare il tasso di mortalità del 79% avrebbe potuto salvare oltre 100.000 vite. Ma un trattamento efficace e poco costoso contro il COVID-19 significherebbe la fine della presunta pandemia e della cuccagna vaccinatoria che vorrebbe giustificare.

La necessità di tenere in piedi l’apparenza di una pandemia spiega anche i rapporti gonfiati dei casi e dei decessi [il neretto è mio]. Gli ospedali vengono rimborsati con tariffe maggiori per la riclassificazione dei casi come COVID-19. Visto il calo dei decessi negli Stati Uniti, i numeri di casi segnalati dai Centers for Disease Control sono stati anch’essi ‘aggiustati’ per far sembrare che l’America fosse in una “seconda ondata” di pandemia. Il criterio di segnalazione è stato modificato il 18 maggio: da chi era risultato positivo solo al virus a chi era positivo al virus o ai suoi anticorpi. L’esplosione dei casi è dovuta quindi alle persone guarite dal COVID-19 e ai falsi positivi. I ricercatori di Loughborough e Sheffield hanno scoperto che, quando si controllano gli altri fattori che influenzano la mortalità, le morti effettive dovute a COVID-19 sono inferiori dal 54% al 63% rispetto a quanto previsto dalla misurazione standard delle morti in eccesso.

Entra in scena “Il Grande Reset”

Forzare l’adeguamento ai mandati vaccinali globali [il neretto è mio] è un motivo evidente per mantenere l’apparenza di una pandemia in corso, ma quale sarebbe il razionale per lo sconvolgimento dell’economia globale con blocchi forzati? Cosa c’è dietro il “programma per distruggere la società occidentale,” [il neretto è mio] come sospettato dal commentatore australiano Alan Jones?

Evidentemente, si tratta di questo: è necessario distruggere il vecchio per introdurre il nuovo. La distruzione economica globale apre la strada al “Grande Reset,” attualmente promosso dal Forum Economico Mondiale, dalla Fondazione Bill e Melinda Gates, dal Fondo Monetario Internazionale e da altri grandi attori globali.»

(4)

Ebbene, questi sono argomenti di cui ho scritto in un mio post del 24 maggio 2020:

«Perché la COVID-19 è molto più diffusa nei paesi globalisti?

Come ho già scritto:

«Perché nel primo mondo, vale a dire nei paesi più globalisti del mondo, la COVID-19 viene amplificata e sfruttata a fini politici, come ho già ampiamente spiegato nei post precedenti.

Uno dei modi utilizzati dai globalisti per amplificare la COVID-19 è quello di proibire l’uso dell’idrossiclorochina (Plaquenil), che è molto efficace in questa malattia.

I globalisti hanno le mani sporche di sangue, il sangue dei morti da COVID-19, morti che si potevano evitare usando l’idrossiclorochina, sia come terapia (precoce!), sia come profilassi.» (2)

Un altro modo è quello di gonfiare fraudolentemente il numero dei morti da COVID-19 (3, 4, 5).

Un terzo modo per amplificare la COVID-19 (ma che ovviamente non cambia i numeri dei morti, a differenza dei primi due) è quello di utilizzare i media globalisti, gli scienziati globalisti, ecc., ecc., per terrorizzare la gente, esagerando la portata di questa malattia.

Qual è lo scopo di tutto ciò?

Non è certamente il denaro come molti pensano, sbagliando: tanto per fare un esempio, a Bill Gates non serve altro denaro.

È il lockdown il vero obiettivo (o almeno uno degli obiettivi: un altro obiettivo è certamente quello di vaccinare tutto il genere umano con chissà che cosa, ma questo è un sentiero nel quale non voglio qui inoltrarmi, per l’orrore che esso mi suscita, vedi comunque 6, 7, 8).

Come ho già scritto a proposito dei lockdown:

«I lockdown invece sono fondamentali, ma solo per i globalisti, al fine di distruggere le economie degli Stati e diffondere ovunque la povertà, la quale, come scrivo da anni, viene utilizzata dal globalismo per eliminare gli Stati (l’ideologia globalista è l’esatto contrario della teoria marx-engelsiana, ma il fine, l’eliminazione dello Stato, è il medesimo)…» (9)»

(5)

Per quanto riguarda il Prof. Angelo Codevilla della Boston University, citato da Ellen Brown (vedi sopra), egli ha scritto che si tratta di un “colpo di Stato” anche prima del 13 agosto (6), cioè il 17 luglio, in un altro suo articolo intitolato The COVID Coup:

«In short, Coronavirus restrictions, like the rest of political correctness’s commandments, are pure political weaponry—nothing short of an inversion of the American people’s priorities, accomplished by nobody’s vote. Ruling class presumption. In short, we are living through a coup d’état [il neretto è mio]

(7)

Ebbene, in un mio post del 25 aprile 2020 (8) ho citato le parole del Dr. Riccardo Szumski, un medico che è anche sindaco di Santa Lucia di Piave, a cui va il merito di aver usato il termine “colpo di Stato” a proposito della COVID-19 prima di me e prima del Prof. Angelo Codevilla:

«Non le manda a dire il sindaco di Santa Lucia di Piave a proposito dell’emergenza Coronavirus. Da medico soprattutto Riccardo Szumski racconta la sua esperienza personale e analizza i fatti, facendosi non poche domande su quanto sta accadendo in Italia e nel mondo.

I miei malati? Pochi e guariti con Plaquenil e cortisone

«Sono medico con 2mila assistiti: ho avuto un solo ricoverato, non intubato per altro, che è tornato a casa. Secondo me è importante curare a casa, non aspettare di andare in rianimazione. Sono giorni che lo dico. Le difficoltà respiratorie hanno messo in secondo piano la realtà della cosa: il virus non è che sia cattivissimo ma innesca una risposta infiammatoria che porta sì alla polmonite ma soprattutto alle tromboembolie. Io ho usato Plaquenil, Azitromicina e cortisone che in caso di infiammazione funziona benissimo…

…Il primo cittadino ha una sua teoria: «Probabilmente hanno cavalcato questo virus per fare un colpo di Stato con motivazione sanitaria. Il peggio sarà il dopo: un disastro economico che si farà via via sempre più evidente [il neretto è mio].»

Coronavirus, Szumzki: «Ho curato i miei pazienti con Plaquenil e ha funzionato. Sembra un colpo di Stato»
Il primo cittadino di Santa Lucia di Piave, medico, parla della sua esperienza personale nella cura dei pazienti, una decina in tutto su 2mila, e della “strana” gestione del virus

19 aprile 2020

https://www.trevisotoday.it/attualita/coronavirus-cura-plaquenil-medico-santa-lucia-piave.html

———-

1) Ellen Brown, author, attorney, speaker, activist

ellenbrown.com/author/

2) From Lockdown to Police State: The “Great Reset” Rolls Out

22 agosto 2020

ellenbrown.com/2020/08/22/from-lockdown-to-police-state-the-great-reset-rolls-out/

3) From Lockdown to Police State: the “Great Reset” Rolls Out

22 agosto 2020

www.unz.com/article/from-lockdown-to-police-state-the-great-reset-rolls-out/

4) Dal lockdown allo stato di polizia: il “Grande Reset” avanza

25 agosto 2020

comedonchisciotte.org/dal-lockdown-allo-stato-di-polizia-il-grande-reset-avanza/

5) COVID-19: facciamo il punto della situazione

24 maggio 2020

https://luigicocola.wordpress.com/2020/05/24/covid-19-facciamo-il-punto-della-situazione/

6) The Attempted COVID Coup of 2020

13 agosto 2020

https://www.realclearpolitics.com/articles/2020/08

/13/the_attempted_covid_coup_of_2020_143952.html

7) The COVID Coup

17 luglio 2020

americanmind.org/essays/the-covid-coup/

8) COVID-19, Dr. Vladimir Zelenko: “It’s so dishonest, criminal and nefarious, it’s disgusting, these are garbage studies designed to fail, to make these drugs less appealing for nefarious reasons”

25 aprile 2020

https://luigicocola.wordpress.com/2020/04/25/covid-19-dr-vladimir-zelenko-its-so-dishonest-criminal-and-nefarious-its-disgusting-these-are-garbage-studies-designed-to-fail-to-make-these-drugs-less-appealing-for-nefarious-reasons/

N.B.: tutti i link sono stati verificati in data odierna.

Copyright © 2020 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

 


 

Se volete farmi una donazione, lo potete fare per mezzo di PayPal, indicando:

Luigi Cocola

dottluigicocola11@gmail.com

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: