Posts Tagged ‘celibato ecclesiastico’

I popoli di lingua inglese dovrebbero moralizzare la Chiesa romana

1 luglio 2017

È assodato che la Chiesa romana sia una fonte inesauribile di pedofilia nei riguardi di tutto il mondo, come ho scritto nel post precedente.

Vedi, per esempio, il film Spotlight, «vincitore dei premio Oscar 2016 come miglior film e miglior sceneggiatura originale»:

https://it.wikipedia.org/wiki/Il_caso_Spotlight

Anche l’ONU ha criticato la Chiesa romana per la pedofilia:

«The United Nations Committee on the Rights of the Child, in early 2014, issued a report asserting that the pope and the Roman Catholic Church have not done enough and protect their reputation rather than protect children.»

https://en.wikipedia.org/wiki/Catholic_Church_sexual_abuse_cases

I popoli di lingua inglese (inglesi, americani, australiani, ecc. ecc.) dovrebbero moralizzare la Chiesa romana, nessun altro può farlo.

Certamente non gli italiani, che sono, e che sono sempre stati, succubi della Chiesa romana.

Copyright © 2017 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

La Chiesa romana e la pedofilia

29 giugno 2017

Leggo sulla Repubblica (29 giugno 2017):

Polizia australiana: “Il cardinale Pell incriminato per gravi reati sessuali”
All’ex arcivescovo di Melbourne e ora prefetto degli Affari economici del Vaticano sarebbe contestata anche l’accusa di stupro

«SYDNEY – Il cardinale australiano George Pell, già arcivescovo di Melbourne e poi di Sydney e ora prefetto degli Affari economici del Vaticano, è stato incriminato per gravi reati sessuali. Lo riferisce il Sydney Morning Herald online. La polizia australiana ha confermato la notizia.

I reati contestati sono almeno tre, fra cui un’accusa di stupro. L’annuncio è destinato a suscitare violente reazioni nella Chiesa cattolica d’Australia e del mondo, osserva il quotidiano australiano.

Le accuse contro il cardinale Pell sono emerse al termine di una lunga indagine in Australia per abuso sessuale sui bambini [il neretto è mio], indagine richiesta dal governo nel 2012. Il Cardinale Pell era stato sentito tre volte in questo contesto e ha ammesso davanti alla commissione d’inchiesta di aver “fallito” nella sua gestione dei preti pedofili, nello stato di Victoria.

Pell è stato ordinato sacerdote nel 1966 a Roma, prima di tornare in Australia nel 1971, dove raggiunse i più alti ranghi della gerarchia cattolica. Il cardinale è stato scelto nel 2014 da Papa Francesco per portare più trasparenza nelle finanze vaticane.

l cardinale George Pell è il più alto rappresentante vaticano mai coinvolto in una inchiesta di pedofilia…

…Lo scorso ottobre tre detective della task force della polizia del Victoria, istituita per indagare su fatti emersi durante i lavori della Commissione d’inchiesta sugli abusi sessuali su minori, si erano recati a Roma per interrogare Pell, il quale non si è sottratto alle domande. La sua collaborazione sarà necessaria anche adesso per far andare avanti il procedimento, dato che l’Australia ha un trattato di estradizione con l’Italia ma non con il Vaticano [il neretto è mio].»

http://www.repubblica.it/vaticano/2017/06/29/news/

media_il_cardinale_pell_prossimo_a_incriminazione_

per_gravi_reati_sessuali_-169443471/

Che tra la Chiesa romana (come la chiamò Machiavelli) e la pedofilia ci sia una fortissima correlazione è noto a tutto il mondo.

Che la causa fondamentale di questa situazione perversa e criminale sia il celibato ecclesiastico assurdamente imposto dalla Chiesa romana è del tutto ovvio.

C’è del marcio in Vaticano.

Copyright © 2017 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.