Posts Tagged ‘cretinismo europeista’

Sai che paura

6 luglio 2015

Grexit, Merkel gela trattative: ‘Non vedo presupposti per intesa, ma tutto dipende da Atene”. Schauble chiude su debito
http://finanzaemercati.org/2015/07/06/grexit-merkel-gela-trattative-non-vedo-presupposti-per-intesa-ma-tutto-dipende-da-atene-schauble-chiude-su-debito/

Annunci

Il cretinismo mondialista mostra i suoi frutti avvelenati

28 giugno 2015

Dal Corriere della sera del 26 giugno 2015:

“Attacco globale del terrore nel secondo venerdì, il giorno sacro dell’Islam, del mese del Ramadan. A pochi giorni dall’invito, da parte dell’Isis, a trasformare il mese santo in un tempo di «calamità per gli infedeli». Colpite da attentati quattro nazioni, in tre diversi continenti: Somalia, Francia, Kuwait e, soprattutto, Tunisia, dove si sono registrati almeno 38 morti e 36 feriti , di cui 4 in «condizioni critiche» nella città di Sousse, o Susa, già colpita da un attacco kamikaze nel 2013. Le vittime sono state registrate prevalentemente tra i turisti stranieri. Unanimi lo sdegno e il cordoglio internazionali.”

http://www.corriere.it/esteri/15_giugno_26/tunisia-attacco-armato-contro-resort-turistico-sousse-c17e2d26-1bf6-11e5-a24d-298f280523ad.shtml

Ecco dove ci ha portato il cretinismo mondialista degli ultimi due presidenti degli Stati Uniti d’America, George W. Bush e Obama, che hanno distrutto le funzionali autocrazie laiche di Saddam e di Gheddafi (e fortemente delegittimato quella di Assad, che si è salvato unicamente grazie all’intervento di Putin).

E questo non è che l’inizio.

Solo le atomiche di Putin ci possono salvare da questi idioti.

Copyright © 2015 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Porsi domande sciocche II

14 giugno 2015

Giorgio Squinzi: “Non capisco perché Hollande vada ai vertici europei e noi no. Non ci invitano più, è demoralizzante”
http://www.huffingtonpost.it/2015/06/13/squinzi-hollande-vertici-_n_7575428.html

Perché quando i padroni si riuniscono per decidere, non invitano i servi.

Per risposte più icastiche, vedi questo social network, sì, proprio uno di quelli che Umberto Eco vuole censurare:

https://it-it.facebook.com/sputtaniamotutti222/posts/1607638989491000

Copyright © 2015 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Tsipras: il piano B, adesso!

17 febbraio 2015

Come era facilmente prevedibile, l’Unione Europea ha risposto picche alle richieste di Tsipras e del suo ormai mitico Ministro delle Finanze, Varoufakis, l’economista che sembra uscito dritto dritto da Pulp Fiction di Tarantino.

Vedi qui:

http://it.euronews.com/2015/02/16/bruxelles-atene-dice-no-alla-proposta-inaccettabile-dell-eurogruppo/

Adesso quello che molti stavano aspettando, il piano B di Tsipras e di Varoufakis, dovrà venire fuori.

Che un piano B debba esistere sembra logico, vedi per esempio qui:

http://contropiano.org/articoli/item/28856

Con la speranza mia personale che questo piano B esista davvero e che corrisponda perfettamente allo strano e inquietante sorriso di Varoufakis.

Copyright © 2015 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

CRC_3299

By Jfgoulon (Own work)  CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Un mio ragionamento che ha avuto fortuna

2 febbraio 2015

Mi riferisco a un concetto di cui avevo scritto in questo blog nel 2012:

l’unione politica dei popoli europei è una chimera, semplicemente perché è impossibile conseguire l’unione politica di popoli che parlano così tante lingue diverse.

Vedi qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2012/10/11/lidea-degli-stati-uniti-deuropa-e-unidea-aberrante-anzi-delirante/

e qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2012/10/01/cretinismo-europeista/

e qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2012/11/17/sartori-ed-io-sugli-stati-uniti-deuropa-scriviamo-le-stesse-cose/

Ieri su Voci dall’estero ho letto un recente articolo di Alberto Bagnai, il quale, dopo Giovanni Sartori, ripete anche lui il mio ragionamento:

Bagnai: Dal terrore dello spread allo spread del terrore

«…come possiamo supporre che l’Europa sia in grado di gestire le armi (che in linea di principio sono progettate, costruite, vendute, e comprate per uccidere persone), se non riesce nemmeno a gestire una valuta (che in linea di principio è un dispositivo relativamente innocuo – anche se i nostri governi sono stati così saggi da trasformare la nostra in un motore di distruzione)? La ragione per la quale non possiamo permetterci di avere un esercito unico è la stessa per cui non possiamo permetterci una moneta unica: perché non abbiamo, e non avremo mai, una volontà politica comune. Mai. Mai. Mai. Perché affinché possa emergere una volontà comune con un metodo democratico, dovremmo essere in grado di parlare la stessa lingua, e non lo siamo (come sicuramente il mio inglese sta a dimostrare).

Senza logos non c’è polis. Non abbiamo un logos comune, non siamo un’unica polis.

E’ molto semplice.»

http://vocidallestero.it/2015/01/12/bagnai-dal-terrore-dello-spread-allo-spread-del-terrore/

Lo stesso articolo Bagnai l’aveva precedentemente riportato in lingua inglese nel suo blog, Goofynomics (8 gennaio 2015):

From the terror of spread to the spread of terror

«…how can we suppose Europe to be able to manage weapons (which in principle are designed, built, sold, and bought to kill people), if it cannot ever manage a currency (which in principle is a relatively harmless device – although our governments were so wise as to transform ours in an engine of destruction)? The very reason why we cannot afford to have a single army is the same why we cannot afford a single currency: because we do not have, and will never have, a common political will. Never. Never. Never. Because for a common will to emerge in a democratic way, we should be able to speak the same language, and we are not (as my English, for sure, will prove enough).

Without logos there is no polis. We do not have a common logos, we are not a single polis.

As simple as that.»

http://goofynomics.blogspot.it/2015/01/from-terror-of-spread-to-spread-of.html

Sono contento che i miei ragionamenti abbiano così tanta fortuna.

Copyright © 2015 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Piange la Dea Ragione

14 gennaio 2015

Dopo tre secoli, cos’è rimasto dell’Illuminismo, nella sua Patria, la Francia?

Una manciata di esaltati che fanno caricature alle Religioni del Libro.

Questo è rimasto dell’Illuminismo, dell’antica grandezza.

L’adozione dell’euro non è stata, di certo, un’azione illuminata.

Piange la Dea Ragione, di lacrime che l’attuale governo francese non vede.

Copyright © 2015 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

L’economia italiana cola a picco II

11 settembre 2014

Il 4 settembre 2013 ho pubblicato un post con questo titolo: L’economia italiana cola a picco, vedi qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2013/09/04/leconomia-italiana-cola-a-picco/

A distanza di un anno la situazione è peggiorata, ecco infatti cosa scrive oggi il Messaggero:

«Industria, Ue: produzione Italia -25% in sette anni

La produzione dell’industria italiana, nel 2013 ha perso un ulteriore 5% per arrivare a circa -25% rispetto al 2007. È quanto emerge dal rapporto sulla competitività della Commissione Ue che posiziona l’Italia nel gruppo di Paesi di seconda fascia già dotati di alta competitività ma ora in fase stagnante o di declino.

L’industria italiana ha pagato dunque un prezzo «enorme» a causa della crisi economica, sia in termini di produzione che di perdita di posti di lavoro…»

http://economia.ilmessaggero.it/

economia_e_finanza/industria_ue_produzione_italia/896986.shtml

Non posso che ripetere ciò che scrissi un anno fa nel mio suddetto post:

«Cosa intendono fare i politici italiani?

Cosa intende fare il popolo italiano?

Qualcosa bisognerà fare.»

Copyright © 2014 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Questo è parlar chiaro!

12 agosto 2014

Leggo sul Giornale del 7 agosto l’articolo di Andrea Indini intitolato Draghi getta la maschera: “Gli Stati cedano sovranità”:

«All’indomani della gelata sulla crescita del pil, il colpo più duro arriva dalla Bce. Per quanto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan si allinei all’agenda di Matteo Renzi, chiedendo maggiore parsimonia nella spesa pubblica e più tempo per beneficiare degli effetti delle riforme, Mario Draghi mette il premier con le spalle al muro e lo colpisce proprio quando è più debole. La posizione del governatore non lascia spazio alle interpretazioni: “Uno dei componenti del basso pil italiano è il basso livello degli investimenti privati”. Peggio ancora: tutto è dovuto “all’incertezza sulle riforme, un freno molto potente che scoraggia gli investimenti”. Infine il colpo di grazia: “Per i Paesi dell’Eurozona è arrivato il momento di cedere sovranità all’Europa per quanto riguarda le riforme strutturali”.»

http://www.ilgiornale.it/news/economia/draghi-getta-maschera-stati-cedano-sovranit-1043494.html

Questo è parlar chiaro!

Ecco il folle progetto cristiano di eliminare lo Stato (la città terrena di Sant’Agostino), un progetto che distruggerà l’Occidente, provocando un nuovo Medio Evo.

Tutti nel mondo l’hanno capito: la Russia, la Cina, l’India, l’Islam, ecc. ecc.

Tutti tranne i popoli dell’Occidente, popoli che verranno annientati dalle loro inqualificabili élites.

Copyright © 2014 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Tanto peggio per i fatti

11 luglio 2014

Leggo un articolo di Michele Di Branco pubblicato oggi dal Messaggero e intitolato Produzione industriale, calo a sorpresa. A maggio -1,2%:

http://economia.ilmessaggero.it/economia_e_finanza/produzione-industriale-calo-maggio-auto/791180.shtml

Calo a sorpresa???

I fatti continuano a essere ostili all’ideologia europeista!

Ma che ce ne frega? Come disse Hegel: “Tanto peggio per i fatti”.

Copyright © 2014 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Sui sondaggi per le imminenti elezioni europee

13 maggio 2014

Leggo i vari sondaggi per le imminenti elezioni europee e mi chiedo: ma da cosa sono mossi coloro che voterebbero per Forza Italia, Nuovo Centrodestra e Fratelli d’Italia? Ossia coloro che voterebbero per ciò che resta di quello che fu il partito di Berlusconi?

Capisco chi vota PD, capisco chi vota Movimento 5 Stelle, capisco chi vota Lega Nord, ma quegli altri proprio non li capisco.

Copyright © 2014 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.