Posts Tagged ‘giorgia meloni’

Il partito che non esiste potrebbe vincere le elezioni

20 luglio 2017

Leggo sull’Occidentale quest’articolo di Marco De Palma (19 Lug 2017):

Centrodestra unito avanti in tutti i sondaggi, male Pd e 5 Stelle

«Otto diversi sondaggi confermano lo stesso dato: il centrodestra unito (Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia) raccoglie un numero di consensi maggiore di quello del Pd e del Movimento 5 stelle. A dirlo sono i numeri relativi alle intenzioni di voto elaborati nella settimana dall’11 al 17 luglio dalle più note case sondaggistiche italiane (Euromedia, Index,Emg, swg, Ixè, IPR, Piepoli, Demopolis)…»

https://www.loccidentale.it/articoli/145918/centrodestra-unito-avanti-in-tutti-i-sondaggi-male-pd-e-5-stelle

Peccato si tratti di un partito che non esiste e che neanche può esistere, dato che Silvio Berlusconi è, ed è sempre stato, mondialista (e ha anche sostenuto Hillary Clinton alle elezioni presidenziali USA vinte da Donald Trump, esattamente come ha fatto Matteo Renzi), mentre è ragionevole pensare che Matteo Salvini e Giorgia Meloni siano contro il mondialismo (altrimenti a che servono?), vedi qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2016/04/24/chi-sostiene-hillary-clinton/

e qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2014/05/20/essere-contro-lo-stato-non-e-monopolio-della-sinistra/

Copyright © 2017 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Annunci

Sovranisti o nazionalisti?

19 gennaio 2017

Leggo su ilnord.it l’articolo del 17 gennaio 2017 intitolato IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA DETTO ”SOVRANISTA”):

«ROMA – “I sovranisti sono tutti quelli che vogliono mettere al centro della propria proposta gli interessi nazionali, la tutela delle nostre imprese, del made in Italy, la difesa dei confini, la valorizzazione delle nostre tradizioni, l’introduzione della preferenza nazionale nell’accesso ai servizi sociali – afferma Giorgia Meloni. – Vogliamo sostenere la famiglia, un tetto alle tasse, un grande piano di infrastrutture al Sud: finche’ non avranno tutti le stesse opportunita’ non saremo una nazione unita. E vogliamo rivedere i trattati europei”.

Detto in parole povere, sovranisti è un altro modo per dire nazionalisti. Peccato che Giorgia Meloni non usi questo termine politico, almeno per ora. Perchè farebbe chiarezza [il neretto è mio].»

http://www.ilnord.it/c-5139_IL_28_GENNAIO_A_ROMA_MANIFESTAZIONE_NAZIONALISTA_

DI_FDI_E_LEGA_MA_GUAI_AD_USARE_QUESTA_

PAROLA_VA_DETTO_SOVRANISTA

Vorrei notare che criticai il sostantivo “sovranista” già in un mio post del 30 giugno 2013, intitolato appunto Un neologismo inutile e sbagliato:

«Si sta affermando un neologismo che io trovo inutile e sbagliato: il sostantivo “sovranista” (et similia, ossia l’aggettivo “sovranista” e il sostantivo “sovranismo”).»

https://luigicocola.wordpress.com/2013/06/30/un-neologismo-inutile-e-sbagliato/

E l’1 marzo 2015 scrissi un post intitolato Cosa siamo? Siamo nazionalisti:

«Chiunque sia contrario al mondialismo è un nazionalista.

Non si deve aver paura delle parole.

“Nazionalista” non è un insulto.

Noi vogliamo conservare lo Stato, che è indispensabile, che è una necessità della Ragione.

Lo Stato è ciò che difende il popolo: un popolo senza Stato può essere aggredito da chiunque.

Può essere aggredito dai mondialisti, può essere aggredito dall’Islam in guerra.

Uscire dall’euro non ci basta.

Uscire dall’euro e mantenere immutate le attuali politiche di immigrazione è un’idiozia, perché lo Stato verrebbe spazzato via comunque.

Noi vogliamo conservare la nostra identità, la nostra cultura, i nostri valori, i nostri costumi, la nostra religione, la nostra lingua…»

https://luigicocola.wordpress.com/2015/03/01/cosa-siamo-siamo-nazionalisti/

Cosa bisogna concluderne? Che i politici italiani attuali, e segnatamente quelli di destra, dimostrano ancora una volta la loro marcata incapacità politica, vedi qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2016/07/27/cosa-ci-vorrebbe-in-italia/

e qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2016/09/21/perche-la-destra-italiana-e-in-consonanza-con-lislam/

Perché mai il popolo italiano non può avere un Vladimir Putin, un Donald Trump, una Marine Le Pen?

Copyright © 2017 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Il calo di Salvini nei sondaggi

19 settembre 2015

Gli errori si pagano e Matteo Salvini di errori ne ha commessi molti e gravissimi, come ho evidenziato in post precedenti.

Ovviamente si tratta di errori commessi non soltanto da Salvini, ma dall’intero gruppo dirigente della Lega Nord, gruppo dirigente di superlativa, incredibile, incapacità.

Con la situazione che c’è oggi in Italia, un partito no euro e no immigrati dovrebbe prendere il volo nei sondaggi.

Salvini fa invece come i gamberi: invece di andare avanti, va indietro.

Ed è il preciso effetto dei suoi errori.

Perfino Giorgia Meloni, che non ha purtroppo «le physique du rôle» per fare la leader nazionale (a differenza di Marine Le Pen), ha raggiunto Salvini:

«Anche nella classifica della fiducia Renzi recupera la fiducia degli italiani. Nelle ultime settimane il premier è, infatti, passato dal 32% al 37%. Ma non può, comunque, dormire sonni tranquilli. Con Fratelli d’Italia al 3,5%, Giorgia Meloni balza infatti al secondo posto con il 28% alla pari con Salvini che, però, cala di quattro punti rispetto a luglio.»

http://www.ilgiornale.it/news/politica/lega-gi-nei-sondaggi-doccia-fredda-salvini-1172847.html

Copyright © 2015 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati

Salvini, gentilmente…

1 agosto 2015

C’è qualcosa di peggio dell’euro e degli immigrati: aprire la politica italiana all’Islam.

Salvini, gentilmente, dovrebbe farsi da parte.

Non è neanche lontanamente ipotizzabile che il leader del nazionalismo italiano sia un sostenitore dell’Islam.

Benito Mussolini aveva il titolo di “Protettore dell’Islam”, non di suo sostenitore.

Egli sarebbe inorridito di fronte all’idea di candidare un islamico alla presidenza della regione Sicilia.

Il fatto che Salvini a tutt’oggi non si sia scusato pubblicamente per questo suo atto scellerato, non abbia fatto pubblicamente marcia indietro, la dice lunga sui suoi veri propositi.

Cosa sarebbe capace di fare se egli avesse il potere di fare ciò che vuole?

Sul sito di Libero è possibile votare a favore o contro Giorgia Meloni circa il caso Buttafuoco:

http://www.liberoquotidiano.it/sondaggi/11814654/Giorgia-Meloni—No-a.html

Ecco i risultati alle ore 16.30 del 1 agosto 2015:

Ha ragione Giorgia Meloni 84%

Ha torto Giorgia Meloni 16%

Copyright © 2015 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Istantanea - 01082015 - 16:35:12

Ma chi è quel cretino che consiglia Salvini?

28 luglio 2015

La domanda mi sorge spontanea dopo aver appreso da internet che egli ha candidato Pietrangelo Buttafuoco, notoriamente convertitosi all’Islam, a governatore della Sicilia.

Ma siamo impazziti?

Ci deve essere tra i consiglieri e spin doctor di Matteo Salvini un emerito cretino (perché mi rifiuto di credere che l’unico leader italiano a essere così intelligente da propugnare l’uscita dall’euro possa personalmente partorire una simile idiozia).

E ha perfettamente ragione Giorgia Meloni a bocciare tale assurda candidatura.

Sembra proprio che Salvini, ultimamente, voglia spaventare le masse italiane, come se egli credesse, o fosse indotto da qualche idiota a credere, di dover diventare il leader di una minoranza di italiani.

Ebbene, si svegli.

Copyright © 2015 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.