Posts Tagged ‘mark zuckerberg’

COVID-19: i dati di fatto contro le menzogne dei globalisti

28 maggio 2020

Confrontiamo, per quanto riguarda la COVID-19, la situazione dell’India (che fa parte del “terzo mondo”) con quella dei paesi globalisti, vale a dire i paesi dove la diffusione dell’ideologia globalista è di gran lunga maggiore rispetto a tutti gli altri paesi della terra, vale a dire i paesi dell’Europa occidentale – solo occidentale! – più gli Stati Uniti d’America, vale a dire i paesi del “primo mondo”.

Da un articolo del 26 maggio:

«India will continue using hydroxychloroquine (HCQ) as a preventative measure against COVID-19, after the Indian Council of Medical Research (ICMR) declared on Tuesday that the drug was found to be very effective with minimal side effects for prophylaxis…

…India’s decision to increase the use of HCQ comes as the World Health Organization announced the temporary halt of its clinical trials involving the drug over concerns in a Friday Lancet report that it may do more harm than good [il neretto è mio]

…Investigations were conducted by the ICMR at three central government hospitals in New Delhi, which concluded that “amongst healthcare workers involved in Covid-19 care, those on HCQ prophylaxis were less likely to develop SARS-CoV-2 infection, compared to those who were not on it.”

…Previous to the announcement, only high-risk individuals (including asymptomatic healthcare workers dealing with coronavirus patients), as well as asymptomatic household contacts of confirmed patients, were receiving the drug.

“With available evidence for its safety and beneficial effect as a prophylactic drug against SARS-CoV-2 during the earlier recommended 8 weeks period, the experts further recommended for its use beyond 8 weeks on weekly dosage with strict monitoring of clinical and ECG parameters, which would also ensure that the therapy is given under supervision,” reads the ICMR advisory.

“In clinical practice, HCQ is commonly prescribed in a daily dose of 200mg to 400mg for treatment of diseases such as rheumatoid arthritis and systemic lupus erythematosus for prolonged treatment periods with good tolerance,” [il neretto è mio] it continues – though it added a warning that it should be discontinued if “rare” side-effects such as nausea, abdominal pain, or irregular heartbeat are detected.

That said, the ICMR studies found nausea in 8.9% of healthcare workers, abdominal pain in 7.3%, vomiting in 1.5%, and cardiovascular issues in 1.9%.»

India Expands Use Of HCQ To Prevent Coronavirus Based On Three Studies

26 maggio 2020

https://www.zerohedge.com/health/india-expands-use-hcq-prevent-coronavirus-based-three-studies

Quanti morti per milione di abitanti ha l’India al momento in cui scrivo (07:30pm CEST, 28 maggio 2020)?

3 Deaths/1M pop

Ecco infatti lo screenshot del sito worldometer:

https://www.worldometers.info/coronavirus/

N.B.: ho scattato lo screenshot dopo aver ordinato in senso decrescente i paesi per quanto riguarda i morti per milione di abitanti (basta cliccare sulla casella Deaths/1M pop).

Vediamo adesso in uno screenshot i paesi che hanno valori uguali o maggiori a 200 Deaths/1M pop: sono tutti paesi dell’Europa occidentale – ripeto: solo occidentale – più gli Stati Uniti d’America, tenendo conto che Sint Marteen è parte integrante del Regno dei Paesi Bassi e Montserrat è un British Overseas Territory, e sono tutti paesi dove i globalisti stanno impedendo con le unghie e con i denti l’uso della idrossiclorochina (Plaquenil).

Ecco qui:

Eliminando i paesi estremamente piccoli, avremo:

1. Belgium – 810 Deaths/1M pop

2. Spain – 580 Deaths/1M pop

3. UK – 558 Deaths/1M pop

4. Italy – 548 Deaths/1M pop

5. France – 438 Deaths/1M pop

6. Sweden – 423 Deaths/1M pop

7. Netherlands – 345 Deaths/1M pop

8. Ireland – 331 Deaths/1M pop

9. USA – 310 Deaths/1M pop

10. Switzerland – 222 Deaths/1M pop

Questi sono dati di fatto, non le menzogne della WHO (in italiano OMS), il cui più grande finanziatore dopo gli Stati Uniti d’America è Bill Gates, vedi lo screenshot riportato sotto, che ho preso dal seguente articolo:

Oms, chi comanda davvero: i 194 stati, Bill Gates o la Cina?

Milena Gabanelli e Simona Ravizza

10 maggio 2020

https://www.corriere.it/dataroom-milena-gabanelli/oms-coronavirus-bill-gates-cina-stati-uniti-europa-comanda-davvero-covid-pandemia-5g-etiopia/8ca94b96-92dc-11ea-88e1-10b8fb89502c-va.shtml

Speriamo che Donald Trump elimini il finanziamento degli USA alla WHO, come egli ha già ipotizzato.

Donald Trump dovrebbe reagire, e non solo verso la WHO, altrimenti difficilmente sarà rieletto.

Twitter, per esempio, non deve permettersi di criticare ciò che scrive il 45° Presidente degli Stati Uniti d’America, perché ciò vuol dire criticare il popolo degli Stati Uniti d’America che lo ha eletto.

Ma chi diavolo è Jack Dorsey, il CEO di Twitter? Per la Costituzione degli Stati Uniti d’America non è nessuno!

Si tratta in realtà di censura, di censura globalista!

Perfino Mark Zuckerberg (il che è tutto dire) ha affermato:

«”I just believe strongly that Facebook shouldn’t be the arbiter of truth of everything that people say online,” he added. “Private companies probably shouldn’t be, especially these platform companies, shouldn’t be in the position of doing that.”»

Zuckerberg knocks Twitter for fact-checking Trump, says private companies shouldn’t be ‘the arbiter of truth’

28 maggio 2020

https://www.foxnews.com/media/facebook-mark-zuckerberg-twitter-fact-checking-trump

Vedi anche:

«La risposta di Dorsey riguarda anche le dichiarazioni di Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook, che in un’intervista a The Daily Briefing, su Fox news dichiara, a proposito della verifica delle informazioni, che «piattaforme digitali di proprietà privata non dovrebbero agire come arbitri della verità», di fatto smarcandosi da Dorsey. Zuckerberg ha poi rincarato la dose alcune ore dopo, suscitando lo sdegno dei sostenitori di Twitter: «Il dibattito politico è uno degli aspetti più sensibili della democrazia e le persone dovrebbero vedere ciò che i politici dicono».»

Twitter risponde a Trump: “Continueremo a segnalare le fake news sulle elezioni”

28 maggio 2020

https://www.ilprimatonazionale.it/esteri/twitter-trump-continueremo-a-segnalare-fake-news-elezioni-157958/

Ritornando all’idrossiclorochina, ecco cosa scrive l’Association of American Physicians and Surgeons (AAPS):

«The media is terrifying people, creating crippling fear that has drained the life out of our society. Suicide hotlines have been overwhelmed with calls. Patients are suffering from medical neglect because of the dangerous media narrative instructing people to stay home when they are sick.
Public Health officials and administrators have been interfering with medical decision-making. Some elected officials and state boards have prevented the use of safe and FDA approved medications in the treatment of COVID-19, an unprecedented interference with physician judgement. Physicians are also pressured to count deaths in a way that inflates the true infection fatality rate. We cannot reassure our patients and confidently treat the sick when we are using skewed and inaccurate data.»

Physician Letter: Reopen America

23 maggio 2020

aapsonline.org/physician-letter-reopen-america/

L’idrossiclorochina, col nome commerciale di Plaquenil, fu infatti approvata dalla FDA il 18 aprile 1955, vedi questo screenshot:

www.accessdata.fda.gov/scripts/cder/daf/index.cfm?event=reportsSearch.process&rptName=1&reportSelectMonth=4&reportSelectYear=1955&nav

Cliccando su “Plaquenil” si possono scaricare i pdf relativi:

https://www.accessdata.fda.gov/scripts/cder/daf/index.cfm?event=overview.process&ApplNo=009768

Scarichiamo un pdf del 2017 (30 gennaio 2017, come si può leggere all’interno del pdf), indicato sulla pagina on line con la sigla SUPPL-47:

PLAQUENIL ®
HYDROXYCHLOROQUINE SULFATE TABLETS, USP

A pag. 10 del pdf troviamo:

«Rheumatoid Arthritis

The action of hydroxychloroquine is cumulative and may require weeks to months to achieve the maximum therapeutic effect [il neretto è mio] (see CLINICAL PHARMACOLOGY).

Initial adult dosage: 400 mg to 600 mg (310 to 465 mg base) daily [il neretto è mio], administered as a single daily dose or in two divided doses. In a small percentage of patients, side effects may require temporary reduction of the initial dosage.

Maintenance adult dosage: When a good response is obtained, the dosage may be reduced by 50 percent and continued at a maintenance level of 200 mg to 400 mg (155 to 310 mg base) daily [il neretto è mio], administered as a single daily dose or in two divided doses.

Do not exceed 600 mg or 6.5 mg/kg (5 mg/kg base) per day, whichever is lower, as the incidence of retinopathy has been reported to be higher when this maintenance dose is exceeded.

Corticosteroids and salicylates may be used in conjunction with PLAQUENIL, and they can generally be decreased gradually in dosage or eliminated after a maintenance dose of PLAQUENIL has been achieved.»

Ebbene, come si può leggere sopra, per l’artrite reumatoide è permesso somministrare il Plaquenil anche per mesi alla dose di 400-600 mg al giorno (e questo solo per raggiungere “the maximum therapeutic effect”).

Anche questi sono dati di fatto.

Ma per la terapia della COVID-19, che richiede un periodo di tempo di 5 giorni al dosaggio di 400 mg al giorno (protocollo terapeutico del Dr. Vladimir Zelenko), oppure di 10 giorni al dosaggio di 600 mg al giorno (protocollo terapeutico del Prof. Didier Raoult) (1), i globalisti affermano che non è possibile somministrare il Plaquenil, i “side effects” sono troppo gravi!!!

Queste invece sono le menzogne dei globalisti.

E che dire dell’analisi rischi-benefici? L’artrite reumatoide è una malattia cronica, che dura decine di anni, la COVID-19 è una malattia acuta, che in una percentuale non trascurabile di casi può causare la morte nel corso di pochi giorni:

«Retrospective, single-center case series of the 138 consecutive hospitalized patients with confirmed NCIP at Zhongnan Hospital of Wuhan University in Wuhan, China, from January 1 to January 28, 2020; final date of follow-up was February 3, 2020…

The median time from first symptom to dyspnea was 5.0 days, to hospital admission was 7.0 days, and to ARDS was 8.0 days [il neretto è mio]…

…As of February 3, 47 patients (34.1%) were discharged and 6 died (overall mortality, 4.3%), but the remaining patients are still hospitalized.»

Wang D, Hu B, Hu C, et al. Clinical Characteristics of 138 Hospitalized Patients With 2019 Novel Coronavirus–Infected Pneumonia in Wuhan, China. JAMA. 2020;323(11):1061–1069.
https://doi.org/10.1001/jama.2020.1585

Il divieto dei globalisti di usare il Plaquenil per la Covid-19 è indifendibile!

Devono essere proprio alla disperazione per fare una manovra così maldestramente fraudolenta (2).

Vogliono impedire la rielezione di Donald Trump con la frode e le menzogne!

Speriamo che Donald Trump trovi la forza e il coraggio di reagire.

E che, al suo fianco, il grande popolo americano si sollevi contro i criminali globalisti, come Jack Dorsey e Bill Gates, che ci vogliono tutti o poveri o morti.

Se i criminali globalisti, che sono i proverbiali quattro gatti, pensano di poter distruggere, economicamente o fisicamente, tutti i popoli della terra, si sbagliano di grosso.

Anzi è il segno evidente che essi sono in preda a un delirio culturale.

——————–

(1) Da un articolo del Dr. Pascal Sacré, un medico belga:

«III. Traiter, protocoles de traitement :

6. France [25] Professeur Didier Raoult :
A. Hydroxychloroquine (Plaquenil°) 200 mg 3x/j pendant 10 jours
B. Azithromycine (Zitromax°) 500 mg le premier jour, puis 250 mg/j pendant 5 jours
7. USA [26] Docteur Vladimir Zelenko :
A. Hydroxychloroquine (Plaquenil°) 200 mg 2x/j pendant 5 jours
B. Azithromycine (Zitromax°) 500 mg 1x/j pendant 5 jours
C. Sulfate de Zinc 220 mg 1x/j pendant 5 jours [220 mg di solfato di zinco corrispondono a 50 mg di zinco elementare, nota mia]»

COVID-19- Confinez l’intolérance et l’arrogance, pas les gens

16 aprile 2020

www.mondialisation.ca/covid-19-confinez-lintolerance-et-larrogance-pas-les-gens/5644271

(2) Che sia una manovra maldestramente fraudolenta è una verità assoluta, tanto per fare un esempio in Francia fino a metà gennaio 2020 l’idrossiclorochina era un farmaco da banco (OTC), come testimoniato dal Dr. Céline Alexanian, un medico francese:

«Comment vous êtes-vous rendu compte que vous aviez le virus ?
Tout a commencé le lundi 20 mars. Au départ j’ai eu des petites courbatures, pas très graves, et deux jours après, j’ai ressenti une oppression thoracique, des essoufflements, une grosse fatigue, puis de la toux dans un deuxième temps, mais pas de fièvre pour ma part. J’ai passé un scanner à Pont-Audemer (Eure) et on a découvert que j’avais trois foyers de pneumonie. Entre-temps, j’ai aussi contaminé mes trois enfants. Il m’a fallu moins d’une heure pour décider de prendre le traitement du Pr Raoult testé à l’IHU de Marseille : hydroxychloroquine combiné à l’antibiotique azithromycine. De toutes façons, c’était soit je tente quelque chose soit je décide de ne rien faire.

Comment avez-vous pu vous procurer ce traitement controversé ?
J’avais entendu parler de ce traitement effectivement controversé, et j’avais un apriori plutôt positif par rapport aux tests menés à Marseille. J’ai été conseillée par d’autres médecins pour les dosages, je me suis documentée sur Internet, et me le suis auto-prescrit. J’ai eu beaucoup de chance car 48 h après, il est devenu interdit aux médecins généralistes en France de prescrire ce traitement, qui, je le rappelle, jusqu’à mi-janvier, était en vente libre sans ordonnance dans les pharmacies. Et aujourd’hui on dit qu’il serait très dangereux ? C’est une aberration ! [il neretto è mio]

Le traitement a-t-il été efficace ?
Oui. J’ai pris le traitement pendant 8 jours. Au bout de 48 h, mes symptômes ont vraiment diminué. Je suis très contente d’avoir pu le suivre. Au bout de deux semaines, je n’ai plus rien.»

Honfleur : Guérie du covid-19, le Dr Alexanian exprime sa colère face à la gestion de la crise sanitaire
Céline Alexanian est médecin généraliste à Honfleur (Calvados). Après avoir contracté une forme sévère du Covid 19, elle témoigne et s’insurge contre la prise en charge globale.

5 aprile 2020

https://actu.fr/normandie/honfleur_14333/honfleur-atteinte-covid-dr-alexanian-exprime-colere-face-gestion-crise-sanitaire_32805951.html

Infatti ecco cosa scrivono due avvocati di Parigi, Catherine Paley-Vincent e Nathalie Boudet-Gizardin (il testo è disponibile sia in francese che in inglese):

«Hydroxychloroquine, available in France for around 60 years and currently marketed under the name of PLAQUENIL by the Sanofi Aventis laboratory, is a drug usually indicated in the treatment of certain joint diseases of inflammatory origin, autoimmune diseases or in prevention lucites (allergies to the sun).

Promoted as a possible treatment for coronavirus, in particular by Professor Didier Raoult, director of the Institut Hospitalo-Universitaire Méditerranée Infection de Marseille, the question of its prescription in France, without marketing authorization (AMM), arises with a particular acuity due to the current state of health emergency.

Remember that up to the Decree of January 13, 2020, hydroxychloroquine was not subject to compulsory medical prescription and could therefore be dispensed by pharmacists without a prescription.

It is following an opinion given by the National Agency for Food, Environmental and Occupational Health Security (ANSES), the November 12 2019, at the request of the National Agency for the Safety of Medicines and Health Products (ANSM), that hydroxychloroquine ” in all its forms “Was entered, by Order of January 13, 2020, on List II of poisonous substances, whose delivery is subject to compulsory medical prescription, with possible renewal when the prescriber has not expressly prohibited it.

This inclusion on List II of poisonous substances was justified, for ANSES as for ANSM, by the fact that chloroquine, a substance of the same family as hydroxychloroquine, was already classified on List II, due to ”genotoxic potential, which could be similar for hydroxychloroquine.»

Covid 19: Can hydroxychloroquine be legally prescribed in France for patients with COVID-19?

https://www.ginestie.com/en/covid-19-lhydroxychloroquine-peut-il-etre-prescrit-legalement-en-france-aux-patients-atteints-du-covid-19/

Quanto scritto dai due avvocati di Parigi fa veramente pensare e non aggiungo altro, se non questo: che si tratta di una notizia vera e chiunque può verificarlo.

Basta infatti andare al seguente indirizzo e scaricare il pdf della anses (Agence nationale de sécurité sanitaire de l’alimentation, de l’environnement et du travail) n° « 2019-SA-0175 » del 12 novembre 2019:

www.anses.fr/fr/system/files/ANMV2019SA0175.pdf

A pag. 3 del pdf c’è scritto:

«Cette proposition d’arrêté envisage l’inscription sur la liste II de la substance : hydroxychloroquine. En effet, la chloroquine substance de la même famille présente un potentiel génotoxique qui pourrait être similaire pour la substance hydroxychloroquine. Des études ont été demandées aux titulaires des AMM des médicaments concernés afin d’évaluer le risque sur la santé humaine.

Il est proposé de classer la substance sur la liste II des substances vénéneuses afin d’assurer une prise en charge adaptée des patients…

…L’Agence nationale de sécurité sanitaire de l’alimentation, de l’environnement et du travail émet un avis favorable à cette proposition d’inscription de la substance hydroxycloroquine, sur la liste II des substances vénéneuses.»

Come dicono i due avvocati di Parigi, la anses risponde a una richiesta della ansm (Agence nationale de sécurité du médicament et des produits de santé) e nel suddetto pdf a pag. 4 si legge che tale richiesta è datata 8 ottobre 2019.

N.B.: tutti i link sono stati verificati in data odierna.

P.S.: Anche la Russia, come l’India, continuerà a usare l’idrossiclorochina nella COVID-19.

«On Thursday, the Russian Health Ministry stated on its website that hydroxychloroquine’s effectiveness and safety in the treatment of coronavirus is continually being monitored, but the ministry is not taking any steps towards outlawing it. This decision is in sharp contrast to moves made by some European countries which, due to safety concerns, have completely stopped the prescription of the drug to fight the coronavirus.

“Several drugs are used to treat patients with Covid-19,” a ministry statement said. “Among these drugs is hydroxychloroquine, which, due to its anti-inflammatory effect and effect on the immune system, has been used for decades to treat malaria, rheumatoid arthritis, and systemic lupus erythematosus.”

According to the Health Ministry, recommendations to use HCQ have come from various foreign studies confirming its effectiveness, and it has been included in several national and international clinical guidelines, including in Russia. As it stands, Russian doctors are able to give the drug to patients who provide informed consent, taking into account potential side effects and risk factors.

“According to the results of monitoring the safety of hydroxychloroquine drugs during the Covid-19 pandemic in the Russian Federation, there were no fatal outcomes associated with rhythm disturbance in patients with HCQ,” the ministry said.»

Russia WILL NOT ban hydroxychloroquine, drug taken by US President Trump, for use in treating Covid-19

28 maggio 2020

https://www.rt.com/russia/490018-russia-not-ban-drug-covid19/

Copyright © 2020 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

 


 

N.B.: tutti i post del mio blog, Blog di Luigi Cocola – Per un nuovo Risorgimento, sono raccolti in libri cartacei in vendita qui:

http://www.lulu.com/spotlight/LuigiCocola

Se volete farmi una donazione, lo potete fare per mezzo di PayPal, indicando:

Luigi Cocola

dottluigicocola11@gmail.com

Adesso è impossibile negare che l’Italia sia un’anomalia

27 febbraio 2020

Il coronavirus, o meglio il virus denominato SARS-CoV-2, il virus che causa la malattia denominata COVID-19, è un virus prodigioso: non solo ha smascherato l’irrazionalità, l’erroneità e la stupidità dell’utopia globalista, come ho scritto in un precedente post (1), un’utopia che va contro i principi della natura, della biosfera e della biologia, in quanto vuole eliminare i confini, le barriere, le nicchie ecologiche, della specie Homo sapiens, proprio ciò che ne permette la sopravvivenza (2, 3), ha anche smascherato la finzione che l’Italia non sia un’anomalia, la finzione che lo Stato italiano non sia uno Stato cronicamente collassato, cioè uno Stato fallito, come scrivo da anni (4, 5).

Adesso è impossibile negare che l’Italia sia un’anomalia: l’anomalia dell’Italia è evidente a tutto il mondo, a tutti gli italiani e a tutti i non italiani.

Infatti come diavolo è possibile che un paese assai lontano dall’origine dell’epidemia da coronavirus, origine che è la città della Cina chiamata Wuhan, sia il terzo paese al mondo (e di gran lunga il primo paese dell’Occidente) per numero di contagiati dal coronavirus (6)?

La spiegazione è una sola: lo Stato italiano, essendo uno Stato cronicamente collassato, non può reagire in modo rapido ed efficace a imprevisti come l’epidemia da coronavirus, perché qualsiasi catena di comando dello Stato italiano funziona poco e male (4, 7).

———-

1) L’irrazionalità del globalismo viene smascherata dal coronavirus

11 febbraio 2020

https://luigicocola.wordpress.com/2020/02/11/lirrazionalita-del-globalismo-viene-smascherata-dal-coronavirus/

2) Ecco cosa scrisse Mark Zuckerberg il 22 giugno 2017 nel suo famoso discorso Bringing the World Closer Together:

«For the past decade, we’ve focused on making the world more open and connected. We’re not done with that. But I used to think that if we just gave people a voice and helped them connect, that would make the world better by itself. In many ways it has. But our society is still divided. Now I believe we have a responsibility to do even more. It’s not enough to simply connect the world, we must also work to bring the world closer together…

…For the past 10 years, our mission has been to make the world more open and connected. We will always work to give people a voice and help us stay connected, but now we will do even more. Today, we’re expanding our mission to set our course for the next 10 years.

The idea for our new mission is: “bring the world closer together”.

Our full mission statement is: give people the power to build community and bring the world closer together. That reflects that we can’t do this ourselves, but only by empowering people to build communities and bring people together.

Our lives are all connected. In the next generation, our greatest opportunities and challenges we can only take on together — ending poverty, curing disease, stopping climate change, spreading freedom and tolerance, stopping terrorism. No single group or even country can do that alone. We have to build a world where people come together to take on these big meaningful efforts.»

22 giugno 2107

Bringing the World Closer Together

www.facebook.com/notes/mark-zuckerberg/bringing-the-world-closer-together/10154944663901634/

3) Stato di natura, Mark Zuckerberg e Dennis Prager

7 agosto 2017

https://luigicocola.wordpress.com/2017/08/07/stato-di-natura-mark-zuckerberg-e-dennis-prager/

4) «Il male antico dell’Italia consiste nel fatto innegabile, ma da tutti negato (tranne da me), che lo Stato italiano soltanto formalmente è uno Stato: sostanzialmente è un sistema associato Stato-Chiesa (i Patti Lateranensi del 1929, che mai e poi mai avrebbero dovuto essere stipulati, nel 1947 furono addirittura inseriti nella Costituzione della Repubblica italiana per volontà di Alcide De Gasperi e di Palmiro Togliatti). Non essendo lo Stato italiano un vero Stato, ma bensì un sistema associato Stato-Chiesa, esso non è in grado di usare pienamente e senza remore il potere della forza fisica, potere che, come scrisse elegantemente Max Weber, è il “mezzo specifico” dello Stato (2, 3, 4, 5). Quindi il cosiddetto Stato italiano non ha il potere della forza fisica sufficiente a imporre l’interesse pubblico sopra gli interessi privati, attraverso la giustizia (6). Il risultato finale è che in Italia qualsiasi catena di comando dello Stato funziona poco e male.»

Perché l’Italia è il primo paese dell’Occidente per numero di contagiati dal coronavirus?

23 febbraio 2020

https://luigicocola.wordpress.com/2020/02/23/perche-litalia-e-il-primo-paese-delloccidente-per-numero-di-contagiati-dal-coronavirus/

5) «1.10 Il collasso cronico dello Stato italiano

Il tabù cristiano della forza depotenzia lo Stato italiano, che come tutti gli Stati funziona per mezzo del potere della forza fisica, riducendolo a poco più di una mera apparenza.
Lo Stato italiano esiste dal punto di vista della forma, non esiste dal punto di vista della sostanza.
È uno Stato cronicamente collassato, uno Stato senza forza, uno Stato senza sovranità, uno Stato depotenziato.
Usando la simbologia biblica di Hobbes (16), si può definire lo Stato italiano come un leviatano senza spada.»

Luigi Cocola, Il leviatano senza spada – Una teoria del popolo italiano e del Cristianesimo, 3° ed., lulu.com., 2012, pagg. 28-29

6) L’Italia è il terzo paese al mondo per numero di contagiati dal coronavirus

25 febbraio 2020

https://luigicocola.wordpress.com/2020/02/25/litalia-e-il-terzo-paese-al-mondo-per-numero-di-contagiati-dal-coronavirus/

7) «Che lo Stato funzioni per mezzo del potere della forza fisica spiega l’estremo contrasto (altrimenti inspiegabile) tra il malfunzionamento (che può raggiungere livelli grotteschi) di qualsiasi cosa in Italia sia dello Stato e i successi notevolissimi, a livello di primati mondiali, di alcuni settori dell’industria privata italiana: perché la catena di comando di questi settori funziona per mezzo del potere economico e non per mezzo del potere della forza fisica, che nella cultura italiana è indisponibile, è inibito.
Infatti qualsiasi attività collettiva umana che abbia uno scopo ha bisogno di una catena di comando, esattamente come un’orchestra ha bisogno di un direttore. Anche quelle attività che a prima vista sembrano non averla, in realtà, a ben guardare, ce l’hanno.»

Luigi Cocola, op. cit., pag. 21

N.B.: tutti i link sono stati verificati in data odierna.

Copyright © 2020 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

 


 

N.B.: tutti i post del mio blog, Blog di Luigi Cocola – Per un nuovo Risorgimento, sono raccolti in libri cartacei in vendita qui:

http://www.lulu.com/spotlight/LuigiCocola

Se volete farmi una donazione, lo potete fare per mezzo di PayPal, indicando:

Luigi Cocola

dottluigicocola11@gmail.com

La seconda caduta di Roma, quella definitiva (dopo diventerà islamica come lo divenne Costantinopoli)

11 giugno 2019

Oggi la Chiesa di Roma, cioè la Chiesa cattolica, è capeggiata da millenaristi: ciò è stato dimostrato dall’elezione nel 2013 di Papa Francesco, che è un Papa millenarista perfino nel nome pontificale scelto, come ho più volte spiegato (1, 2, 3, 4).

Mentre tutti, o quasi, tacciono, non osando nominare la parola “millenarista” riferita ai cardinali e/o al Papa (anche perché il millenarismo, sia quello religioso che quello secolarizzato, è condannato dal Catechismo della Chiesa Cattolica di Ratzinger e Wojtyła, 3), io lo scrivo in modo chiaro ed esplicito dal 2015 (5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12).

Questi millenaristi ai vertici della Chiesa cattolica, con in testa Bergoglio, vogliono aprire le frontiere dell’Italia (e non solo, ovviamente) agli africani, ai mediorientali, ecc. ecc., al fine di eliminare lo Stato: la prescrizione di eliminare lo Stato è un meme egoista (13) contenuto nell’Apocalisse di Giovanni, che è l’unico libro della Bibbia in cui si parla del Regno di Cristo sulla terra (cioè nella storia, cioè prima del giudizio universale e della fine dei tempi), Regno che non è uno Stato monarchico, ma una condizione di perfezione trascendente imposta dalla natura divina del Messia cristiano, Regno che durerà mille anni, donde il nome millenarismo (alla latina) o chiliasmo (alla greca) (14).

Perché gli africani, i mediorientali, ecc. ecc.? Perché oggi non ci sono più i barbari, aprendo ai quali le frontiere romane, la Chiesa di Roma fece cadere lo Stato romano d’Occidente mediante un lungo processo che culminò nel Sacco di Roma del 410 ad opera dei Visigoti e poi nel Sacco di Roma del 455 ad opera dei Vandali.

Proprio questo oggi vuole (ri)fare la Chiesa cattolica (in perfetto accordo coi millenaristi secolarizzati quali sono i mondialisti, vedi la mia Teoria unificata delle ideologie antistato, 15): vuole ripetere il Medio Evo, vuole un Secondo Medio Evo.

Però, mentre la prima volta i barbari si convertirono al Cristianesimo, stavolta gli islamici certamente non lo faranno.

Così la seconda caduta di Roma sarà quella definitiva e Roma diventerà come divenne Costantinopoli dopo il 1453, cioè islamica.

Per inciso, dopo che sarà completata l’islamizzazione dell’Occidente, gli ebrei che vi si trovano verranno sterminati, dato l’odio viscerale e feroce che oggi gli islamici hanno per gli ebrei a causa delle note vicende dello Stato d’Israele, come ho scritto più volte (16, 17, 18, 19, 20), e anzi lo stesso Stato d’Israele sarà cancellato dalla faccia della terra (21, 22). Gli ebrei potranno prendersela con quelli di loro che, fin dai tempi del sansimonismo, cioè dal secolo XIX, furono e sono complici dei millenaristi secolarizzati (per esempio i fratelli Émile e Isaac Pereire, Edmond de Rothschild, George Soros, Barbara Lerner Spectre, Mark Zuckerberg, Joseph Stiglitz, ecc. ecc.) (10, 23, 24, 25).

Ciò che ho descritto è un vero e proprio delirio culturale (26, 27), il delirio culturale mondialista (28).

Il mondialismo (o globalismo, in inglese globalism, in francese mondialisme) è interpretabile razionalmente soltanto in un modo: che è una degenerazione del Cristianesimo (9).

Indispensabile per poter comprendere il mondialismo è la teoria dei memi di Richard Dawkins (13).

————–

1) Lo psicodramma dell’Occidente: il vissuto rimosso che ritorna

https://luigicocola.wordpress.com/2015/09/22/lo-psicodramma-delloccidente-il-vissuto-rimosso-che-ritorna/

2) L’Apocalisse di Giovanni, il millenarismo e il mondialismo

https://luigicocola.wordpress.com/2017/12/19/lapocalisse-di-giovanni-il-millenarismo-e-il-mondialismo/

3) Perché esistono due tipi di messianismo cristiano?

https://luigicocola.wordpress.com/2019/05/09/perche-esistono-due-tipi-di-messianismo-cristiano/

4) È possibile usare ancora il Cristianesimo occidentale come religione senza ricadere nelle distopie antistato come il mondialismo?

https://luigicocola.wordpress.com/2019/05/27/e-possibile-usare-ancora-il-cristianesimo-occidentale-come-religione-senza-ricadere-nelle-distopie-antistato-come-il-mondialismo/

5) La spiegazione è questa

https://luigicocola.wordpress.com/2015/08/08/la-spiegazione-e-questa/

6) Il gusto amaro di aver ragione

https://luigicocola.wordpress.com/2015/08/13/il-gusto-amaro-di-aver-ragione/

7) Papa Bergoglio è un millenarista

https://luigicocola.wordpress.com/2015/08/18/papa-bergoglio-e-un-millenarista/

8) Fischi per fiaschi

https://luigicocola.wordpress.com/2015/08/22/fischi-per-fiaschi/

9) Il mondialismo è una degenerazione del Cristianesimo

https://luigicocola.wordpress.com/2019/01/28/il-mondialismo-e-una-degenerazione-del-cristianesimo/

10) Non capire nulla di Papa Francesco

https://luigicocola.wordpress.com/2019/02/06/non-capire-nulla-di-papa-francesco/

11) Ma Papa Francesco viene forse da Marte???

https://luigicocola.wordpress.com/2019/04/20/ma-papa-francesco-viene-forse-da-marte/

12) Da 65 anni l’élite occidentale ha subito un’orrida mutazione

https://luigicocola.wordpress.com/2019/05/01/da-65-anni-lelite-occidentale-ha-subito-unorrida-mutazione/

13) Richard Dawkins, Il gene egoista, Zanichelli, 1979 (trad. it. di The Selfish Gene, Oxford University Press, 1976), pagg. 162-172

14) «Millennialism, also called millenarianism or chiliasm, the belief, expressed in the book of Revelation to John, the last book of the New Testament, that Christ will establish a 1,000-year reign of the saints on earth (the millennium) before the Last Judgment.»

https://www.britannica.com/topic/millennialism

15) Luigi Cocola, La teoria unificata delle ideologie antistato e altri discorsi politici, 6° ed., lulu.com, 2018

16) Il mondialismo è un’ideologia antisemita

https://luigicocola.wordpress.com/2017/08/23/il-mondialismo-e-unideologia-antisemita/

17) Il tragico errore dei rabbini americani

https://luigicocola.wordpress.com/2017/08/25/il-tragico-errore-dei-rabbini-americani/

18) Questa è la fine che faranno gli ebrei a causa del mondialismo

https://luigicocola.wordpress.com/2018/03/27/questa-e-la-fine-che-faranno-gli-ebrei-a-causa-del-mondialismo/

19) Fiamma Nirenstein scrive sciocchezze sull’omicidio antisemita di Mireille Knoll

https://luigicocola.wordpress.com/2018/03/28/fiamma-nirenstein-scrive-sciocchezze-sullomicidio-antisemita-di-mireille-knoll/

20) Liliana Segre: i ploy globalisti dell’antisemitismo e dell’hate speech

https://luigicocola.wordpress.com/2019/04/26/liliana-segre-i-ploy-globalisti-dellantisemitismo-e-dellhate-speech/

21) George Soros e la distruzione di Israele

https://luigicocola.wordpress.com/2017/07/30/george-soros-e-la-distruzione-di-israele/

22) Gli ebrei e l’islamizzazione dell’Occidente

https://luigicocola.wordpress.com/2017/08/17/gli-ebrei-e-lislamizzazione-delloccidente/

23) American activist Barbara Lerner Spectre calls for destruction of European ethnic societies

https://youtu.be/8ERmOpZrKtw

24) Barbara Spectre: Muslim Invasion into Europe a Good Thing

https://archive.org/details/youtube-K94DXENo25c

25) Chi vuole distruggere gli Stati europei?

https://www.pandoratv.it/chi-vuole-distruggere-gli-stati-europei/

26) Andrea Daverio, Delirare, ma non da soli: psicopatologia e prospettive culturali della follia a due, isteria di massa e deliri culturali, Rivista di Psichiatria e Psicoterapia Culturale, Vol. IV, n. 1, Dicembre 2016

http://www.psiculturale.it/volumes/volume-iiin-1-dicembre/

27) Maria Luisa Maniscalco, Elisa Pelizzari (a cura di), Deliri Culturali – Sette, fondamentalismi religiosi, pratiche sacrificali, genocidi, L’Harmattan Italia, 2016

28) Luigi Cocola, Il mondialismo è un delirio culturale, 2° ed., lulu.com, 2018

N.B.: tutti i link sono stati verificati in data odierna.

Copyright © 2019 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

N.B.: tutti i post del mio blog, Blog di Luigi Cocola – Per un nuovo Risorgimento, sono raccolti in libri cartacei in vendita qui:

http://www.lulu.com/spotlight/LuigiCocola

Se volete farmi una donazione, lo potete fare per mezzo di PayPal, indicando:

Luigi Cocola

dottluigicocola11@gmail.com

La verità su Zuckerberg, Bezos e l’élite globalista

18 gennaio 2019

«In an interview with Bloomberg TV, Anand Giridharadas placed the blame on plutocrats like Facebook’s Mark Zuckerberg and Amazon’s Jeff Bezos for helping to “break the world” with ruthless corporate agendas that helped monopolize political power in the hands of the elite…leaving the rest of the population with deep-seated feelings of frustration as the usual avenues of social mobility have been closed, and people feel more powerless to change their future.

By building a product that has helped undermine the American Democratic process, Zuckerberg has helped steal the future from the average American, Giridharadas said.

“The story of our time is that the people who have monopolized progress and stolen the future from the people…are the change agents. Mark Zuckerberg, who is one of the great change agents of our time, has compromised American democracy…and has stolen the future…the financial industry…which caused the crisis…has rebranded itself with CSR…and little programs to empower some people here and empower some people here…Amazon another monopoly…”

His hosts interrupted him. Are you advocating anarchy, they asked?

“No”, he replied. “‘m advocating the restoration of Democracy in the US and elsewhere where you actually have leaders who reflect the aspirations of regular people.”

And this can be accomplished, he said, if voters embrace populist policies and stop “believing the BS [bullshit, in italiano: stronzate, cazzate, nota mia]” propagated by the elites – BS like the notion that Silicon Valley tech firms are working “for the greater good” or that the financial services industry has somehow fundamentally reformed its behavior since the crisis, or that special interests don’t exercise unfettered power over the political system.

I think it ends when people stop believing the BS. Every age of savage unequal distribution has its own BS…if you watch Downton Abbey, there was a set of feudal beliefs that held the whole society together [il neretto è mio].”»

https://www.zerohedge.com/news/2019-01-17/its-reunion-people-who-broke-world-author-explains-why-davos-should-be-cancelled

Anand Giridharadas ha perfettamente ragione, sono cose che scrivo da tempo in questo blog, vedi per esempio:

Confermato: Soros e Zuckerberg sono alleati

https://luigicocola.wordpress.com/2016/12/27/confermato-soros-e-zuckerberg-sono-alleati/

Il delirio mondialista di Mark Zuckerberg

https://luigicocola.wordpress.com/2017/02/18/il-delirio-mondialista-di-mark-zuckerberg/

Perché Mark Zuckerberg e Jeff Bezos sono globalisti?

https://luigicocola.wordpress.com/2017/05/21/perche-mark-zuckerberg-e-jeff-bezos-sono-globalisti/

Mark Zuckerberg è un pericolo per tutta l’umanità

https://luigicocola.wordpress.com/2017/08/02/mark-zuckerberg-e-un-pericolo-per-tutta-lumanita/

La tracotanza dell’élite globalista deve essere stroncata dal popolo

https://luigicocola.wordpress.com/2018/09/01/la-tracotanza-dellelite-globalista-deve-essere-stroncata-dal-popolo/

Ma un posto particolare tra gli ultracapitalisti globalisti, personalmente lo dedico a Bill Gates:

Bing sta censurando il mio blog

https://luigicocola.wordpress.com/2018/09/09/bing-sta-censurando-il-mio-blog/

Microsoft censura i miei libri di filosofia politica: questo è nazismo allo stato puro

https://luigicocola.wordpress.com/2018/10/18/microsoft-censura-i-miei-libri-di-filosofia-politica-questo-e-nazismo-allo-stato-puro/

Copyright © 2019 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

L’illusione dei potenti di poter imporre al mondo una falsa verità

15 ottobre 2018

Avere l’illusione di poter imporre al mondo una falsa verità è un fenomeno caratteristico dei potenti.

Per esempio Adolf Hitler, il capo del nazismo, volle imporre al mondo che la razza ariana (una falsa verità, dato che essa non esiste) è la razza superiore e che la razza ebraica e la razza slava (anch’esse inesistenti) sono razze inferiori.

Hitler perse.

Consideriamo ora i globalisti: per esempio Jeff Bezos, Mark Zuckerberg, Bill Gates, George Soros, Angela Merkel, Emmanuel Macron, Mario Draghi, Jean-Claude Juncker, la Regina del Regno Unito Elizabeth II, il Re dei Paesi Bassi Willem-Alexander, ecc. ecc.

Essi, in preda al delirio culturale costituito dal globalismo (sinonimo: mondialismo; in inglese: globalism; in francese: mondialisme), vogliono imporre al mondo che lo Stato è inutile, anzi dannoso (una falsa verità, dato che lo Stato è un universale culturale * e infatti è sempre esistito).

Essi perderanno.

Qualunque cosa facciano.

———–

* cfr. La tracotanza dell’élite globalista deve essere stroncata dal popolo

https://luigicocola.wordpress.com/2018/09/01/la-tracotanza-dellelite-globalista-deve-essere-stroncata-dal-popolo/

Copyright © 2018 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

L’Unione Europea e il Nuovo Ordine Mondiale sono tentativi di attuare il Regno di Cristo sulla terra

8 ottobre 2018

Da tempo scrivo che l’ideologia del globalismo (in inglese “the ideology of globalism”) è un delirio culturale causato da un meme egoista (vedi la teoria dei memi di Richard Dawkins, 1).

Questo meme egoista consiste nella prescrizione di eliminare lo Stato.

Esso ebbe origine, quasi duemila anni fa, dall’Apocalisse di Giovanni, l’ultimo libro del Nuovo Testamento (libro scritto, secondo la tradizione, nel 95 d.C., cioè dopo la persecuzione di Nerone e nel corso della persecuzione di Domiziano).

La prescrizione di eliminare lo Stato fu, nel contesto della rivoluzione sociale costituita dal Cristianesimo, un’arma estremamente potente (ma anche estremamente pericolosa, perché conduce all’autodistruzione), che venne creata dalla granitica volontà degli schiavi dell’Impero romano di far crollare quest’ultimo.

Il sistema sociale schiavista di Roma era un sistema sociale iniquo, malvagio e scellerato: infatti Roma è chiamata nell’Apocalisse di Giovanni “Babilonia la grande, la madre delle prostitute e degli orrori della terra” (2).

Così l’Impero romano si divise in due parti: la parte orientale, a causa del cesaropapismo introdotto da Costantino il Grande, rimase in piedi, mentre la parte occidentale si dissolse e dette luogo al Medio Evo.

Purtroppo la prescrizione di eliminare lo Stato, quest’arma estremamente potente ed estremamente pericolosa, che aveva avuto pienamente successo, non scomparve dopo la caduta dell’Impero romano d’Occidente, ma prese stabile dimora nell’inconscio collettivo dei popoli occidentali.

La Chiesa di Roma cercò in seguito, e giustamente, di neutralizzarla mediante l’interpretazione allegorica dell’Apocalisse di Giovanni che venne escogitata da Agostino d’Ippona (Santo e Dottore della Chiesa) dopo il Sacco di Roma da parte dei Visigoti nel 410 (il quale, si noti bene, è l’avveramento della caduta di “Babilonia la grande” descritta nel 95 d.C dall’Apocalisse di Giovanni, 3).

L’interpretazione allegorica di Agostino d’Ippona di fatto annulla l’Apocalisse di Giovanni, come ho scritto più volte.

Purtroppo tale interpretazione allegorica funziona solo se c’è un clero che la fa attivamente funzionare.

Ma, prima con la traduzione del Nuovo Testamento nelle lingue dei popoli nati dalla caduta dell’Impero romano d’Occidente, poi con la Riforma, la cui caratteristica fondamentale è la rivendicazione del libero esame personale della Bibbia, quello che ho chiamato “filtro interpretativo agostiniano” venne ovviamente a cadere, lasciando via libera alla interpretazione letterale dell’Apocalisse di Giovanni.

Basta guardare i fatti storici: come nacque l’attesa del Regno di Cristo sulla terra (cioè l’attesa della seconda venuta di Cristo) da parte dei Taboriti boemi, da loro prevista per il 10-14 febbraio 1420 (4)?

Nacque perché i Taboriti boemi erano l’ala radicale degli Hussiti, cioè dei seguaci del boemo Jan Hus, il quale a sua volta era seguace di John Wycliffe.

Chi era John Wycliffe? Era un teologo inglese, nato nello Yorkshire all’inizio del Trecento, che con i suoi collaboratori tradusse la Bibbia dal latino in inglese: la Wycliffe’s Bible.

Oggi i mondialisti vogliono realizzare il Nuovo Ordine Mondiale (nominato per esempio da George H. W. Bush, ossia George Bush senior, in un suo famoso discorso del 1991, 5), in inglese New World Order, di cui l’Unione Europea è il work in progress più avanzato.

Il Nuovo Ordine Mondiale è la versione moderna e secolarizzata del Regno di Cristo sulla terra descritto nell’Apocalisse di Giovanni.

Come giustamente ha scritto Norman Cohn nel suo fondamentale The Pursuit of the Millennium:

«The old religious idiom has been replaced by a secular one, and this tends to obscure what otherwise would be obvious. For it is the simple truth that, stripped of their original supernatural sanction, revolutionary millenarianism and mystical anarchism are with us still.» (6)

Quindi, quando voi pensate all’élite globalista, per esempio Jeff Bezos, Mark Zuckerberg, Bill Gates, George Soros, Angela Merkel, Emmanuel Macron, Mario Draghi, Jean-Claude Juncker, ecc. ecc., non dovete lasciarvi fuorviare dalle loro sembianze moderne, che sono solo una maschera.

Dietro questa maschera, altro non c’è che la folla medievale, urlante e ripugnante come in un quadro di Bruegel o di Bosch, che nel febbraio dell’anno 1420, nelle vicinanze di Praga, in preda a un delirio collettivo (7), aspettava la seconda venuta di Cristo.

—–

1) Richard Dawkins, Il gene egoista, Zanichelli, 1979 (trad. it. di The Selfish Gene, Oxford University Press, 1976), pagg. 162-172

2) “Sulla sua fronte stava scritto un nome misterioso: «Babilonia la grande, la madre delle prostitute e degli orrori della terra».”

Apocalisse di Giovanni, 17, 5, Bibbia CEI 2008

3) “Gridò a gran voce: «È caduta, è caduta Babilonia la grande, ed è diventata covo di demòni, rifugio di ogni spirito impuro, rifugio di ogni uccello impuro e rifugio di ogni bestia impura e orrenda. Perché tutte le nazioni hanno bevuto del vino della sua sfrenata prostituzione, i re della terra si sono prostituiti con essa e i mercanti della terra si sono arricchiti del suo lusso sfrenato».”

Ibidem, 18, 2-3

4) «Le grandi assemblee furono percorse da una ventata di millenarismo che sperava di veder annientare il male senza più indugi. L’antico mondo stava per essere purificato dal fuoco, al più tardi fra il 10 e il 14 febbraio dell’anno 1420. A questa data molti collegavano il ritorno di Cristo, che avrebbe instaurato il suo regno immediato…

…Trascorso il 15 febbraio 1420 senza che all’attesa febbrile dell’intervento divino seguisse una manifestazione concreta, ci si mise a pensare che bisognava prima, con la forza, spianare la via del Signore eliminando, anche con il ricorso alla violenza, le posizioni occupate dall’Anticristo.»

Amedeo Molnár (a cura di), I Taboriti, Claudiana Editrice, 1986, pagg. 8-9

5) Il video del famoso discorso del 1991 in cui George Bush senior nomina il New World Order si può trovare facilmente in internet, per esempio qui:

youtu.be/byxeOG_pZ1o

oppure qui:

https://archive.org/details/GeorgeBushSr.NewWorldOrderLiveSpeechSept111991

6) Norman Cohn, The Pursuit of the Millennium – Revolutionary Millenarians and Mystical Anarchists of the Middle Ages, Oxford University Press, 1970, pag. 286

7) Robert E. Bartholomew, Erich Goode, Mass Delusions and Hysterias – Highlights from the Past Millennium, Skeptical Inquirer, Volume 24, No. 3, May / June 2000

https://www.csicop.org/si/show/mass_delusions

_and_hysterias_highlights_from_the_past_millennium

Da notare che Robert E. Bartholomew ed Erich Goode, che sono sociologi, usano nel suddetto articolo come sinonimi tre termini: “mass delusion”, “social delusion”, “collective delusion”.

N.B.: tutti i link sono stati verificati in data odierna.

Copyright © 2018 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

La tracotanza dell’élite globalista deve essere stroncata dal popolo

1 settembre 2018

La hybris (in italiano insolenza, tracotanza, 1) dell’élite globalista grida vendetta al cospetto degli dei e/o al cospetto dell’ordine naturale.

La volontà delirante di eliminare lo Stato, che fa parte dell’ordine naturale, essendo lo Stato un universale culturale come il tabù dell’incesto e i riti funebri (2) (la parola “Stato” venne imposta da Niccolò Machiavelli, i romani lo chiamavano civitas o res publica e i greci polis, 3, 4), costituisce la hybris dei mondialisti.

Tale volontà è delirante non solo perché è una violazione dell’ordine naturale, ma anche perché i mondialisti adoperano l’islamizzazione (unitamente ad altri mezzi, come p.e. la riduzione in miseria dei popoli, il meticciato, ecc.) come mezzo per distruggere i popoli che hanno uno Stato e quindi gli Stati, non comprendendo affatto che i mussulmani, una volta raggiunto il potere perché popolazione predominante, dato il loro notevolissimo tasso di natalità, non faranno altro che restaurare gli Stati (l’assenza dello Stato nell’Islam è inconcepibile), annullando così la volontà delirante dei mondialisti, che è quella di farli scomparire dalla faccia della terra (5, 6, 7).

E infatti il mondialismo è un delirio culturale (8).

Chi è chiamato a realizzare la vendetta gridata al cospetto di Dio e/o al cospetto dell’ordine naturale dalla hybris dell’élite mondialista?

Il popolo, è il popolo che deve stroncare i tiranni globalisti che lo riducono in miseria, che lo affamano, riducendone così drasticamente la prole, e che vogliono completarne la distruzione fisica col meticciato, attuando così un vero e proprio genocidio (9), come suggerito un secolo fa da Richard Coudenhove-Kalergi (10) e come sostenuto oggi in Italia da Eugenio Scalfari (10) e da Corrado Augias (11).

Questi tiranni globalisti hanno un nome e un cognome: sono gli ultracapitalisti come David Rockefeller, Jeff Bezos, Mark Zuckerberg, Bill Gates, George Soros, ecc. ecc., solo per restare negli Stati Uniti d’America.

Nel 2017 è stato affermato nel Rapporto Oxfam che: “Eight men now own the same amount of wealth as the poorest half of the world” (12).

Jeff Bezos, Mark Zuckerberg e Bill Gates sono tre di questi otto uomini (David Rockefeller è morto e George Soros è meno ricco degli otto suddetti) (12).

Ecco invece la situazione economica del popolo degli Stati Uniti d’America:

«No society should function with this level of inequality (with the possible exception of one of those prison planets in a “Star Wars” movie). Sixty-three percent of Americans can’t afford a $500 emergency [il neretto è mio]. Yet Amazon head Jeff Bezos is now worth a record $141 billion. He could literally end world hunger for multiple years and still have more money left over than he could ever spend on himself.» (13)

Il popolo degli Stati Uniti d’America (stimato di 325,719,178 individui nel 2017, 14) deve sostenere strenuamente il Presidente Donald Trump, che è un convinto nazionalista, altrimenti esso verrà distrutto da un microscopico numero di ultracapitalisti globalisti (che però ha comprato col proprio denaro la quasi totalità dei media, di Hollywood, del Congresso e delle agenzie governative come l’FBI e la CIA).

Su questo microscopico numero di individui si deve abbattere la rabbia del popolo.

Trecentoventicinque milioni di persone contro una decina di ultracapitalisti globalisti.

Non c’è partita, basta avere coraggio.

Gli americani sono coraggiosi?

Un tempo lo erano.

E oggi?

—————–

1) «hỳbris ‹ìbris› s. f. – Traslitterazione del gr. ὕβρις, che significa genericam. «insolenza, tracotanza», e nella cultura greca antica è anche personificazione della prevaricazione dell’uomo contro il volere divino…»

http://www.treccani.it/vocabolario/hybris/

2) cfr. la mia teoria dello Stato: è necessario, per motivi logici, che in una comunità ci sia un solo centro di comando del potere della forza fisica, cioè lo Stato. Essa è esposta in Luigi Cocola, Le nuove forme dell’utopia: europeismo e multiculturalismo – Come e perché l’Occidente cerca ripetutamente di suicidarsi, 3° ed., lulu.com, 2013.

Come è noto, il concetto dei tre poteri principali, cioè il potere della forza fisica, il potere economico e il potere della propaganda, è di Bertrand Russell. Le due funzioni essenziali dello Stato sono, come scrive giustamente Norberto Bobbio, l’esercito e la legge, in altre parole il potere della forza fisica, e su tale argomento Niccolò Machiavelli e Thomas Hobbes concordano con Bobbio. Del resto quella che Karl Popper chiama «protectionist theory of the state» (che egli fa risalire al sofista Licofrone, allievo di Gorgia) si riferisce in primo luogo al potere della forza fisica. Oltre alle funzioni essenziali dello Stato (esercito e legge), esistono anche le funzioni accessorie dello Stato, p.e. le politiche di redistribuzione delle risorse economiche (che si riferiscono al potere economico).

Vedi anche il mio post del 2014 intitolato Siamo in mezzo a un conflitto mondiale ma nessuno ne parla:

«Lo Stato consiste in questo: nel porre sotto un solo centro di comando (che può essere costituito da un uomo o da più uomini) il potere della forza fisica di tutti i membri di una comunità, perché solo così si può assicurare, per quanto riguarda l’esercito, la coordinazione e la strategia e, per quanto riguarda la legge, la terzietà e l’imparzialità.

Si tratta dunque del modo di gestire efficacemente il potere della forza fisica in tutti i gruppi umani che gestiscono tale potere (anche nei piccoli gruppi e perfino quando non c’è il fattore territorio di cui scrisse Max Weber, per esempio nelle popolazioni nomadi).

Ciò non va confuso con la forma di governo, che è tutt’altra cosa.»

https://luigicocola.wordpress.com/2014/05/03/siamo-in-mezzo-a-un-conflitto-mondiale-ma-nessuno-ne-parla/

Analogamente, il tabù dell’incesto è un universale culturale per motivi logici, cfr. Ian Robertson, Sociologia, Zanichelli, 1988 (trad. it. di Sociology, 2nd ed., Worth Publishers, New York, 1981), pagg. 226-228; pagg. 378-379. In particolare, Robertson confuta magistralmente la tesi che il tabù dell’incesto possa essere istintivo, cioè genetico.

3) «polis (gr. πόλις) Particolare tipo di città-Stato che fu proprio dell’organizzazione politica greca in età classica…»

http://www.treccani.it/enciclopedia/polis

4) Norberto Bobbio, Stato, governo, società, Einaudi, 1995, pagg. 55-56

5) Il mondialismo non è una lotta di classe, è un delirio culturale

https://luigicocola.wordpress.com/2017/07/15/il-mondialismo-non-e-una-lotta-di-classe-e-un-delirio-culturale/

6) Luci e ombre del pensiero di Renaud Camus sul mondialismo

https://luigicocola.wordpress.com/2018/02/10/luci-e-ombre-del-pensiero-di-renaud-camus-sul-mondialismo/

7) Le tappe principali della genesi storica del mondialismo

https://luigicocola.wordpress.com/2018/07/28/le-tappe-principali-della-genesi-storica-del-mondialismo/

8) Luigi Cocola, Il mondialismo è un delirio culturale, lulu.com, 2018

9) Dire mondialismo vuol dire genocidio

https://luigicocola.wordpress.com/2018/08/26/dire-mondialismo-vuol-dire-genocidio/

10) Quello che ha scritto Scalfari è il piano Kalergi

https://luigicocola.wordpress.com/2018/02/15/quello-che-ha-scritto-scalfari-e-il-piano-kalergi/

11) Corrado Augias e la sfida turpe e infame del meticciato

https://luigicocola.wordpress.com/2018/03/12/corrado-augias-e-la-sfida-turpe-e-infame-del-meticciato/

12) Perché Mark Zuckerberg e Jeff Bezos sono globalisti?

https://luigicocola.wordpress.com/2017/05/21/perche-mark-zuckerberg-e-jeff-bezos-sono-globalisti/

13) American Society Would Collapse If It Weren’t For These 8 Myths

https://www.zerohedge.com/news/2018-07-27/american-society-would-collapse-if-it-werent-these-8-myths

Vedi anche:

More 30-Year-Olds Still Living With Their Parents, Study Finds

https://www.zerohedge.com/news/2018-07-26/more-30-year-olds-still-living-their-parents-study-finds

The Number Of Americans Living In Their Vehicles “Explodes” As The Middle Class Collapses

https://www.zerohedge.com/news/2018-08-01/number-americans-living-their-vehicles-explodes-middle-class-collapses

14) https://en.wikipedia.org/wiki/United_States

Copyright © 2018 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Elon Musk si cancella da Facebook, io non ne ho avuto bisogno

24 marzo 2018

«Elon Musk ha cancellato le pagine di Tesla e di SpaceX da Facebook, aderendo così alla campagna per boicottare il social media di Mark Zuckerberg dopo lo scandalo sull’abuso dei dati di 50 milioni di utenti da parte di Cambridge Analytica. Il businessman visionario ha eliminato gli account da 2,5 milioni di follower l’uno raccogliendo la richiesta di un utente di abbracciare la protesta. “Cos’è Facebook?”, ha scritto ironicamente su Twitter, in risposta a Brian Acton, diventato miliardario vendendo Whatsapp proprio a Zuckerberg e che qualche giorno fa si è scagliato contro la società che lo ha reso ricco…

…L’elenco di coloro che hanno aderito va da uno dei primi investitori della rete sociale, Roger McNamee, secondo cui il social ha alterato le menti a colpi di disinformazione, fino a Sean Parker, presidente di Facebook agli esordi dell’azienda, che ha denunciato come i social media “approfittino delle vulnerabilità della psicologia umana” e creino dipendenza. L’ex manager Sandy Parakilas ha accusato Facebook di mancanza di controlli e gestione lassista. Il datagate che sta investendo Facebook, ha detto al Guardian, “poteva essere evitato”.»

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/03/23/cambridge-analytica-elon-musk-cancella-le-pagine-facebook-di-tesla-e-spacex/4247415/

Vedi anche qui:

«Il cofondatore di WhatsApp, Brian Acton, ha consigliato ai suoi follower su Twitter di cancellare Facebook. Lo ha scritto in un tweet piuttosto lapidario, che sembra essere collegato alle ultime notizie sul caso Cambridge Analytica, la società di analisi e marketing online che ha ottenuto e utilizzato una grande quantità di dati provenienti da Facebook, senza averne titolo. Nel suo tweet, Acton ha semplicemente scritto: “È il momento. #cancellafacebook”.»

https://www.ilpost.it/2018/03/21/brian-acton-cancellare-facebook/

E qui:

«Non è che la parola di Acton valga di più degli altri utenti, ma è chiaro che non può restare nascosto l’appello di uno che di social se ne intende, eccome. Così la rivolta digitale cresce e cerca di affondare il colosso di Mark Zuckerberg attraverso un altro social: Twitter. L’hashtag #DeleteFacebook (nelle ultime ore avanza anche #boycottfacebook) diventa un’arma per tutti coloro che vogliono colpire il cuore del servizio di rete sociale: “È giunto il momento di abbandonare Facebook”, ha scritto Acton sul suo profilo Twitter.»

http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Cancellatevi-da-Facebook-parola-del-cofondatore-WhatsApp-che-lancia-hashtag-DeleteFacebook-a0b7bb04-e7a3-4e70-be46-21392b193a5d.html

Io non ho avuto bisogno di cancellarmi da Facebook: avevo un account a mio nome, che peraltro non usavo praticamente mai (perché mi censuravano i post di questo blog!), ma Facebook me lo ha chiuso di sua iniziativa un po’ di tempo fa (*).

Forse si erano adirati per quello che avevo scritto, vedi per esempio:

Facebook fa male? Finalmente ve ne siete accorti

https://luigicocola.wordpress.com/2017/12/17/facebook-fa-male-finalmente-ve-ne-siete-accorti/

Mark Zuckerberg è un pericolo per tutta l’umanità

https://luigicocola.wordpress.com/2017/08/02/mark-zuckerberg-e-un-pericolo-per-tutta-lumanita/

Mark Zuckerberg, la nuova reincarnazione di Cristo

https://luigicocola.wordpress.com/2017/06/24/mark-zuckerberg-la-nuova-reincarnazione-di-cristo/

Il delirio mondialista di Mark Zuckerberg

https://luigicocola.wordpress.com/2017/02/18/il-delirio-mondialista-di-mark-zuckerberg/

Confermato: Soros e Zuckerberg sono alleati

https://luigicocola.wordpress.com/2016/12/27/confermato-soros-e-zuckerberg-sono-alleati/

—————

(*) Ci sono attualmente su Facebook alcuni miei omonimi (con il mio stesso nome e cognome), non si tratta di me, attualmente io non ho su Facebook nessun account.

Copyright © 2018 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Facebook fa male? Finalmente ve ne siete accorti

17 dicembre 2017

Leggo sulla Repubblica (16 dicembre 2017):

“E’ vero, i social possono far male”. Prima (parziale) ammissione di Facebook

«ROMA – Non è un’ammissione, ma in qualche modo le somiglia. In un lungo articolo firmato da David Ginsberg e Moira Burke, entrambi ricercatori di Facebook, si affronta il tema dell’effetto negativo che potrebbe avere sulle persone il social network più frequentato al mondo. Le voci critiche ultimamente si sono moltiplicate e l’azienda ha deciso di rispondere. Nell’era dominata degli smartphone, dove Facebook regna, l’accusa e che si rischia l’isolamento e una vita senza più alcun vero confronto. “Connessi ma soli” scrisse la psicologa Sherry Turkle nel 2012, quando nelle librerie uscì il suo Alone Together: Why We Expect More from Technology and Less from Each Other.

Una posizione tornata di moda da quando gli attacchi hanno cominciato ad arrivare anche da figure che all’interno della multinazionale di Mark Zuckerberg rivestono o rivestivano cariche importanti. Chamath Palihapitiya, assunto nel 2007 e diventato vice presidente, pochi giorni fa ha parlato di “strumenti che stanno distruggendo il tessuto sociale della società”. Salvo poi fare parziale retromarcia. E prima di lui Sean Parker, fondatore di Napster ed ex presidente del social network di Zuckerberg, aveva sostenuto che Facebook sfrutta le fragilità psicologiche delle persone. L’apocalittico Antonio Garcia-Martinez, anche lui ex manager di Facebook e autore di un saggio sorprendente intitolato Chaos Monkeys, ha più volte ripetuto che l’azienda mente sulla sua reale abilità di influenzare le persone…»

http://www.repubblica.it/tecnologia/social-network/

2017/12/16/news/facebook_si_difende_non_e_vero

_che_portiamo_all_isolamento_-184315826/

Anche sull’ANSA scrivono (16 dicembre 2017):

Facebook fa autocritica, i social possono fare male

«ROMA – L’aria sta cambiando per i social network. Nel corso degli ultimi mesi si sono susseguiti i ‘coming out’ di ex manager che puntavano il dito contro l’uso di queste piattaforme, a riflettere ora sono due stessi ricercatori di Facebook.

“Passare il tempo sui social media ci fa male?”, è il titolo di un post ufficiale pubblicato da David Ginsberg, direttore della ricerca, e Moira Burke, ricercatore di Facebook…

…Le ammissioni si aggiungono alle riflessioni di diversi ex manager della piattaforma. Uno degli ex presidenti di Facebook, Sean Parker, nel corso di un evento un mese fa ha detto che il social ha sfruttato le “vulnerabilità della psicologia umana”; mentre solo pochi giorni fa un altro ex manager del social network, Chamath Palihapitiya, si è scagliato contro la creatura di Mark Zuckerberg sostenendo che “sta facendo a pezzi la nostra società”.»

http://www.ansa.it/sito/notizie/tecnologia/internet_social/2017/12/16/

facebook-sinterroga-il-tempo-passato-su-social-ci-fa-male-_d3042d1a

-4d48-469a-b491-3ae087660d0d.html

Vedi anche quest’articolo della Stampa (12 dicembre 2017):

L’ex manager pentito: Facebook sta distruggendo la società
Chamath Palihapitiya, ex dirigente dell’azienda, ha criticato pubblicamente il servizio di Mark Zuckerberg, che a suo dire danneggia le strutture portanti del vivere comune. E suggerisce: “Smettete di usare i social network”

«Un altro ex-manager si aggiunge alla schiera dei pentiti di Facebook. È Chamath Palihapitiya, responsabile per la crescita degli utenti del social network dal 2007 al 2011. Parlando al pubblico della Stanford Graduate School of Business, Palihapitiya non ha usato mezzi termini: “Abbiamo creato strumenti che stanno distruggendo il tessuto funzionale della società”, ha detto, riferendosi non solo a Facebook , ma a tutto l’universo dei servizi online basati su like, cuoricini e pollici all’insù. “Mi sento tremendamente colpevole”…

…Per Palihapitiya l’unica soluzione è staccare la spina, o almeno cercare di utilizzare Facebook e gli altri social network il meno possibile. Quanto alle menti più deboli, quelle dei bambini, il suo suggerimento è chiaro: astinenza totale. Ai suoi figli non dà neppure la possibilità di usare “that shit”, ha detto, usando un termine che non ha bisogno di traduzione.»

http://www.lastampa.it/2017/12/12/tecnologia/news/lex-manager-pentito-facebook-sta-distruggendo-la-societ-DEdkL4tjw76QTmcsuvAAuJ/pagina.html

E anche quest’articolo di Wall Street Italia (10 novembre 2017):

Ex presidente Facebook: “Solo Dio sa cosa sta facendo ai bambini”

«NEW YORK (WSI) -“Solo Dio sa cosa stia facendo ai cervelli dei bambini”. Così Sean Parker, ex presidente di Facebook quando il social network più famoso al mondo aveva solo 5 mesi di vita, parla della sua creatura.

Facebook sfrutta la debolezza umana, ammette l’ex capo Sean Parker. Il social network è stato fondato come strumento per riunire il mondo, costruire comunità e colmare le divisioni ma più di due decenni dopo, però, uno dei pionieri di Facebook ha ammesso che lui e Mark Zuckerberg, suo co-fondatore e amministratore delegato, hanno creato un mostro “sfruttando consapevolmente una vulnerabilità nella psicologia umana”…»

http://www.wallstreetitalia.com/ex-presidente-facebook-solo-dio-sa-cosa-sta-facendo-ai-bambini/

Il popolo ebraico ha perso il suo proverbiale amore per la Ragione?

3 dicembre 2017

Com’è ben noto, i nazionalisti, cioè coloro che sono contro il mondialismo (detto anche globalismo), l’ideologia distopica che vuole eliminare lo Stato ritenendolo irrazionalmente un’istituzione inutile e dannosa, sono spesso antisemiti.

Perché?

Perché essi ritengono, del tutto erroneamente, che il mondialismo sia di origine e natura veterotestamentarie, cioè ebraiche.

Una minoranza di nazionalisti non è affatto antisemita, come p.e. Donald Trump.

Tutto ciò che io ho scritto nel campo della scienza politica va in un’unica direzione: che il mondialismo (e tutte le altre ideologie antistato, vedi la mia Teoria unificata delle ideologie antistato) ha origine e natura neotestamentarie, cioè cristiane, vedi p.e. qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2016/07/06/lorigine-del-mondialismo/

e qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2017/02/21/il-mondialismo-e-la-storia-come-piano-provvidenziale/

Del resto anche Norberto Bobbio, anche se non in modo esplicito, mostra di pensarla in questo modo, vedi qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2017/07/23/conseguenze-di-due-interpretazioni-del-mondialismo/

Anzi, come ho scritto più volte, il mondialismo, volendo usare l’islamizzazione dell’Europa prima e dell’Occidente intero poi come mezzo aggiuntivo (quello principale è l’ultracapitalismo) per eliminare lo Stato, è oggettivamente un’ideologia antisemita, un’ideologia che distruggerà il popolo ebraico, vedi p.e. qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2017/08/23/il-mondialismo-e-unideologia-antisemita/

Basti pensare a ciò che predica da tempo l’attuale Guida Suprema dell’Iran, l’Ayatollah Ali Khamenei.

Il punto nodale della questione è che c’è oggi un confitto interno ebraico tra ebrei nazionalisti, cioè sionisti (il sionismo è il nazionalismo dello Stato d’Israele), ed ebrei internazionalisti, i quali non vogliono rinunciare alla tradizione di essere contro lo Stato, che, come ho già scritto più volte, non è un’ideologia antistato e non ha niente a che fare con l’Ebraismo, ma bensì è stata una tradizione necessaria a mantenere in vita il popolo ebraico e la religione ebraica dalla Diaspora fino alla creazione dello Stato d’Israele nel 1948, vedi p.e. qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2016/05/26/il-conflitto-interno-ebraico/

Inoltre c’è da aggiungere che esistono anche ebrei internazionalisti, come per esempio George Soros, Mark Zuckerberg, ecc. ecc., che sono tali perché si sono fatti plagiare e indottrinare dal mito della dannosità dello Stato, che è un mito proprio e peculiare della cultura cristiana occidentale, nella quale essi sono sempre vissuti, vedi p.e. qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2012/10/23/il-mito-della-dannosita-dello-stato/

e qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2017/08/07/stato-di-natura-mark-zuckerberg-e-dennis-prager/

Il conflitto interno non risolto che gli ebrei oggi hanno li pone oggettivamente in una situazione molto grave.

Infatti se vincesse il mondialismo, essi sarebbero perduti, come ho scritto sopra.

E se vincesse il nazionalismo essi non starebbero comunque in una situazione ottimale, perché nulla fanno per smentire quei nazionalisti, e sono la maggior parte, che li incolpano di essere la causa del mondialismo.

Perché nulla fanno?

Il popolo ebraico ha perso il suo proverbiale amore per la Ragione?

Copyright © 2017 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.