Posts Tagged ‘teoria del complotto’

Ma davvero Papa Wojtyła era massone?

3 settembre 2012

C’è chi, per tentare di dare una spiegazione alle politiche di immigrazione senza restrizioni, arriva ad affermare che Papa Wojtyła “…apparteneva, volente o no, questo non lo so, non sono in grado di dirlo, alla Massoneria Mondiale…”.
Testuale.
Se non ci credete:

“Ida Magli su reale motivazione dell’immigrazione di massa”

http://www.youtube.com/watch?v=YN3YDr6GEeU

Ho scritto sulle politiche di immigrazione senza restrizioni (fornendo una spiegazione razionale!) qui:

https://luigicocola.wordpress.com/2012/07/15/multiculturalismo-razzismo-e-politiche-di-immigrazione/

Ida Magli non è nuova ad affermazioni stravaganti.

Per esempio, a sostegno delle proprie tesi, cita più volte David Icke nel suo libro “La dittatura europea” (Ida Magli, 2011, Rizzoli, pag. 153, pag. 179, pag. 199 e pag. 201).

Chi è David Icke?
È un ex “telecronista calcistico” della BBC, diventato poi famoso in tutto in il mondo per la sua teoria che la Terra sia in realtà governata dai rettiliani, ovvero rettili extraterrestri, i quali, ad libitum, possono assumere sembianze umane.

“Il gruppo rettiliano secondo Icke comprenderebbe molti personaggi importanti e in pratica ogni leader mondiale, dalla defunta Regina madre inglese a George H.W. Bush, Bill Clinton, Harold Wilson, Tony Blair, e persino Bob Hope…

…I personaggi-rettiliani, secondo Icke sarebbero dediti a sacrifici umani, avidi di sangue umano e di violenze carnali su dei minorenni e manipolerebbero la gente con riti satanisti e con l’ingegneria sociale.”

http://it.wikipedia.org/wiki/David_Icke

Ora, basarsi sui libri di Icke per sostenere le proprie tesi, per non parlare dell’idea che Papa Wojtyła fosse massone (idea non suffragata da alcuna prova), significa far precipitare nel ridicolo le critiche (sacrosante) all’europeismo.

E spiace che persone attendibili come Alberto Bagnai prendano sul serio Ida Magli.
Vedi infatti:

«La prima è l’abilità della Magli nel non farsi confinare nel ruolo della stralunata incompetente. Era il mio timore: quando ho sentito che c’era lei in trasmissione, ho pensato: “eccone un’altra che va a fare la Benetazzo o la Donald o la Loretta di turno (I want to be an economist!), per screditare la linea del buon senso…”. E invece no, qui siamo su un altro pianeta, qui c’è “peso”, c’è cultura. Che poi è quella cosa per la quale siete qui invece che da un’altra parte.»

http://goofynomics.blogspot.it/2012/05/ida-magli-28-minuti.html

Copyright © 2012 Luigi Cocola. Tutti i diritti riservati.

Annunci